Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-12072010-235636


Tipo di tesi
Tesi di dottorato di ricerca
Autore
NEVIANI, FRANCESCA
URN
etd-12072010-235636
Titolo
L’ipertensione arteriosa nell’anziano e la sua relazione con la presenza di danno d’organo vascolare cerebrale, decadimento cognitivo, disturbi comportamentali, disabilità ed instabilità posturale.
Settore scientifico disciplinare
MED/09
Corso di studi
ESPLORAZIONE MOLECOLARE, METABOLICA E FUNZIONALE DEL SISTEMA NERVOSO E DEGLI ORGANI DI SENSO
Commissione
tutor Prof. Mirco Neri
correlatore Prof. Giovanni Ronca
Parole chiave
  • Large artery elasticity
  • ipertensione arteriosa
  • ipercolesterolemia
  • IGF-1.
  • IGF-1
  • hypercholesterolemia
  • high blood pressure
  • elasticità grandi arterie
  • disability in the elderly
  • disabilità nell’anziano
  • demenza
  • dementia
  • cerebrovascular disease
  • malattia cerebrovascolare
Data inizio appello
2010-12-21
Disponibilità
parziale
Data di rilascio
2050-12-21
Riassunto analitico
L’ipertensione arteriosa è fattore di rischio per malattia cerebrovascolare, demenza vascolare e demenza di Alzheimer. Obiettivo dello studio: indagare gli effetti dell’ipertensione sul SNC, valutando gli aspetti neuroradiologici e neuropsicologici del danno d’organo vascolare e le sue ricadute in termini di disabilità e di controllo posturale, e come l’associazione con altri fattori di rischio (ipercolesterolemia e bassi valori di IGF-1) modifichino questi rapporti. Abbiamo reclutato 100 pazienti ultrasessantacinquenni, ipertesi, privi di diabete, malattia cardioembolica, grave disabilità fisica, sottoponendoli a valutazione neuropsicologica e funzionale, monitoraggio della pressione arteriosa, valutazione dell’indice di elasticità delle grandi arterie (LAEI), stabilometria, esami bioumorali, TC encefalo, con successivo calcolo dell’indice di vascolarità di Geroldi e dell’ampiezza del corno temporale.
I risultati mostrano significativa inversa relazione tra pressione differenziale (PP) e LAEI e tra quest’ultimo e rendimento cognitivo, autonomia funzionale, controllo posturale (relazione diretta).
L’indice di Geroldi non correla né con LAEI né con PP, ma con la presenza di ipercolesterolemia. Correla inversamente con rendimento cognitivo (funzioni esecutive, linguaggio, orientamento, memoria, linguaggio), equilibrio, autonomia funzionale e direttamente con la presenza di disturbi del comportamento. Nei pazienti ipercolesterolemici, esiste una relazione diretta tra variabilità pressoria e vascolarità cerebrale
Bassi valori di IGF-1 correlano con decadimento cognitivo, disabilità e atrofia ippocampale.

High blood pressure is a cognitive decline, vascular dementia and Alzheimer’s disease risk factor . The aim of this study is to investigate: the relationship between hypertension and cerebrovascular disease, high blood pressure effects on cognitive impairment, behavioral symptoms, disability and balance, in presence or absence of another risk factor as hypercholesterolemy or low levels of IGF-1.
We selected 100 patients over 65 years of age, affected by hypertension with low comorbility (no diabetes, no atrial fibrillation…) and evaluated them with neuropsychological battery, arterial stiffness (LAEI) and balance test, disability scales, affective and behavioral questionnaire, neuroimaging, cerebrovascular Geroldi’s index and radial Width of the Temporal Horne measure, ambulatory blood pressure measure (Holter PA 24 hr), blood exams.
Results showed that there was a significative and inverse correlation between Pulse Pressure (PP) and LEAI and a direct correlation between LAEI and cognitive, balance and functional performance.
Geroldi cerebrovascular index showed a significant relationship with hypercholesterolemia but none with PP and LAEI. Geroldi’s index was correlated also with cognitive performance (executive function, language, orientation, memory, praxia), functional competence, balance (inverse correlation) and with presence and severity of affective and behavioral symptoms (direct correlation). Patient with high cholesterol levels showed a relationship between hypertension instability and Geroldi cerebrovascular index
Low levels of IGF-1 are strongly associated with cognitive decline and rWTH values, in other words with hippocampus atrophy.
File