Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-11132014-113912


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
GATTI, ENRICA
URN
etd-11132014-113912
Titolo
Studio e progettazione di un sistema di ipertermia con nanoparticelle in risonanza magnetica
Struttura
INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE
Corso di studi
INGEGNERIA BIOMEDICA
Commissione
relatore Menichetti, Luca
controrelatore Vanello, Nicola
relatore Prof. Giovannetti, Giulio
Parole chiave
  • nanoparticelle magnetiche
  • ipertermia
  • MRI/ipertermia combinate
Data inizio appello
02/12/2014;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
02/12/2017
Riassunto analitico
Il lavoro di questa tesi è centrato sull’analisi e sulla progettazione di un sistema di ipertermia (MFH, Magnetic Fluid Hyperthermia) combinato con l’imaging a risonanza magnetica (MRI, Magnetic Resonance Imaging).
La consolidazione della risonanza magnetica come tecnica diagnostica e il grande interesse per le nanoparticelle grazie alle loro particolari proprietà magnetiche hanno portato allo sviluppo di un nuovo approccio per la salute del paziente: la teranostica. Si tratta della possibilità di effettuare contemporaneamente una diagnosi della patologia grazie all’utilizzo delle nanoparticelle come mezzo di contrasto e un trattamento terapeutico localizzato dovuto alla tendenza a produrre calore quando queste nanoparticelle sono sottoposte ad un campo magnetico alternato.
Lo scopo di questa tesi è di verificare le potenzialità delle particelle magnetiche in esame come agenti di contrasto negativi negli esperimenti MRI e di caratterizzare la bobina per l’ipertermia.
La valutazione dell’imaging si basa sull’analisi ai vari teslaggi del rate di rilassamento e della relassività dei fantocci contenenti nanoparticelle.
La progettazione del sistema per ipertermia prevede l’analisi dei parametri che caratterizzano una bobina: il fattore di qualità Q per valutare la bontà delle prestazioni del sistema e la potenza assorbita dal campione in termini di SAR per determinare l’entità del riscaldamento nei tessuti sani.
File