Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-10232015-113940


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
GRISONIC, MAJA
URN
etd-10232015-113940
Titolo
Ville e impianti produttivi sull'isola di Pag, Croazia (fine I sec. a.C - V sec. d.C.)
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
ARCHEOLOGIA
Commissione
relatore Prof.ssa Menchelli, Simonetta
correlatore Prof.ssa Pasquinucci, Marinella
Parole chiave
  • Pag
  • Novalja
  • impianto produttivo
  • Illyricum
  • Gneo Pisone
  • dromedario
  • dolia
  • Dalmatia
  • Croazia
  • Cissa
  • Caska
  • Calpurnii Pisones
  • Calpurnia
  • senatoconsulto
  • ville
Data inizio appello
09/11/2015;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
09/11/2018
Riassunto analitico
L’isola di Pag è una delle isole maggiori della Dalmazia settentrionale (Croazia). Il suo nome antico fu probabilmente Cissa, come l’abitato più importante sull’isola, situato attorno alla fertile valle di Novalja, dotata di ben tre porti naturali – Novalja, Stara Novalja e Caska. Nella baia di Caska, oggetto di scavi sistematici dal 2003, si conserva il maggior numero di strutture archeologiche, sia a terra che a mare. Alcuni studiosi attribuiscono questi resti alla città di Cissa, mentre altri sono più propensi a riconoscervi partizioni di una villa marittima appartenente, almeno per un determinato periodo storico, ai Calpurnii Pisones, attestati da alcuni documenti epigrafici.
Una parte del lavoro è dedicata al censimento delle ville romane sull’isola. La seconda parte del mio studio ha raccolto i dati acquisiti nelle ultime campagne di indagini archeologiche a Caska, incentrandosi soprattutto sulla revisione della documentazione di scavo dell’impianto produttivo con dolia situato sul fondo della baia di Caska, scavato dalla ditta Geoarheo d.o.o. (sotto la direzione di Goran Skelac) negli anni 2005 e 2006. Parte integrante del lavoro è lo studio del materiale ceramico rinvenuto. Particolarmente interessante è stata la scoperta dello scheletro di un dromedario, proveniente dallo strato di riempimento di uno degli ambienti di deposito dei magazzini dell’impianto produttivo, databile in età augustea.
File