Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-10192017-112322


Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica
Autore
ARRIGHI, GIULIA
URN
etd-10192017-112322
Titolo
Italo Calvino, filosofo naturale Dalle Cosmicomiche a Palomar: una letteratura cosmica per la modellizzazione del reale
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
FILOSOFIA E FORME DEL SAPERE
Commissione
relatore Prof.ssa Benedetti, Carla
correlatore Prof. Paoletti, Giovanni
Parole chiave
  • darstellung
  • epistemologia
  • Cosmicomiche
  • Palomar
  • ménage à trois letteratura scienza e filosofia
  • post-human
  • anti-antropocentrismo
  • modellizzazione
  • Italo Calvino
  • pensiero della complessità
  • sfida al labirinto
  • filosofia naturale
  • letteratura cosmica
Data inizio appello
06/11/2017;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Costantemente in equilibrio tra razionalità e fantasia, cristallo e fiamma, la poetica calviniana delinea una forma di letteratura capace di accettare la sfida conoscitiva al labirinto del reale contrapponendo al caos informe dell’esistente una prospettiva di comprensione e di ri-orientamento dell’umano nel mondo secondo una scala più universale, che lo veda inserito in un bricolage evoluzionistico a crescente gradiente di complessità. Dal ménage à trois fra letteratura, scienza e filosofia Calvino trae un’inedita strategia di osservazione e trasformazione del reale, per cui giunge a delineare un progetto di letteratura cosmica che si riallaccia alla tradizione rinascimentale di quei filosofi naturali quali Bruno, Leonardo e Galileo, che non contemplavano alcuna separazione tra i diversi saperi. Così, biologia, astronomia, epistemologia, logica formale, antropologia, cibernetica, semiotica, filosofia della mente e pensiero della complessità si intrecciano nella scrittura calviniana offrendo metafore e modelli di riconfigurazione del senso della realtà per la delineazione di molteplici e sfaccettate versioni del mondo. Muovendo dalle Cosmicomiche e Palomar, il discorso letterario diviene modellizzazione ermeneutica ed epistemologica del reale secondo uno stile di pensiero ad orientamento anti-antropocentrico, finanche post-umanistico; è il raccogliersi dell’eterogeneo in una figura possibile, il presentare (darstellen) le molteplici interconnessioni dell’umano con il non-umano nel mondo.
File