ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09172014-192005


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
CHINE', VINCENZO
URN
etd-09172014-192005
Title
Diabete mellito tipo 1 in eta' evolutiva: studio delle relazioni tra variazioni della glicemia e qualita' del sonno
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Federico, Giovanni
Parole chiave
  • diabete
  • mellito
  • pediatria
  • sonno
  • glicemia
Data inizio appello
14/10/2014;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il diabete mellito tipo 1-A è la forma più frequente di diabete in età evolutiva. Una forte associazione tra diabete e disturbi del sonno è stata recentemente descritta, ma in età evolutiva gli studi in merito sono ancora piuttosto scarsi. Lo scopo del presente lavoro di tesi è stato quello di valutare, in un gruppo di bambini e adolescenti affetti da diabete mellito tipo 1-A, la qualità del sonno in relazione con l’andamento glicemico notturno. Tali dati sono stati confrontati con un gruppo di pazienti di controllo. Lo studio ha riguardato un gruppo di 23 bambini e adolescenti (7 maschi e 16 femmine, età media 12,85 anni + 2,58 DS ) con durata media di malattia di 6,17 anni + 4,59 DS, tutti in terapia insulinica multi-iniettiva sottocutanea secondo lo schema basale-bolo. Il gruppo di controllo ha riguardato 10 soggetti sani (6 maschi e 4 femmine, età media 14,8 anni + 1,55 DS). Lo studio è stato eseguito applicando un holter glicemico ai pazienti per la valutazione in continuo dell’andamento glicemico e facendo indossare ai soggetti di entrambi i gruppi un holter motorio-metabolico per la valutazione del sonno. <br>Per quanto riguarda la valutazione della qualità del sonno, i parametri rilevati sono stati: l’efficienza del sonno, i minuti di sonno profondo, la percentuale di sonno profondo. Nel gruppo dei pazienti, i dati relativi alla glicemia sono stati: i minuti d’iperglicemia e d’ipoglicemia, la percentuale di tempo trascorso in iperglicemia e la percentuale di tempo trascorso in ipoglicemia, l’AUC (Area Under the Curve) relativa all’iperglicemia e all’ipoglicemia. Confrontando i dati ottenuti nel gruppo dei pazienti con quelli osservati nei controlli, l’analisi statistica ha messo in evidenza una differenza statisticamente significativa per quanto riguarda l’efficienza del sonno e la percentuale di sonno profondo risultati inferiore nel gruppo dei pazienti. L’analisi multivariata, eseguita nel gruppo dei pazienti, ha evidenziato come una condizione di scarso controllo glicemico sia significativamente associata ad alterazioni del sonno che, a loro volta, determinano una maggiore variabilità delle escursioni glicemiche.<br>In conclusione il presente studio suggerisce che la valutazione del sonno dovrebbe quindi essere eseguita di consueto come parte integrante dell’inquadramento diagnostico del giovane diabetico e la sua ottimizzazione diventare un altro target terapeutico volto al miglioramento del controllo glico-metabolico.<br>
File