ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11122018-094906


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
ANGELI, LUCA
URN
etd-11122018-094906
Title
Tettonica Recente-attiva nella media Garfagnana: revisione geologico-strutturale e problematiche di microzonazione sismica
Struttura
SCIENZE DELLA TERRA
Corso di studi
SCIENZE E TECNOLOGIE GEOLOGICHE
Commissione
relatore Molli, Giancarlo
Parole chiave
  • microzonazione
  • faglie
  • castiglione di garfagnana
Data inizio appello
14/12/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
14/12/2021
Riassunto analitico
Riassunto
La Garfagnana rappresenta una depressione tettonica intramontana dell’Appennino Settentrionale interno essa è delimitata da sistemi di faglie prevalentemente normali a direzione appenninica e caratterizzata da depositi Plio-Quaternari. La Garfagnana costituisce uno dei distretti sismici più attivi nell’Appennino interno come documentato dai diversi terremoti recenti e storici Mw 4.8 2013; Mw? 1985; Mw 5.81 1939; Mw 5.8 1837; Mw = 5.6 1481 tra cui il terremoto più importante del Nord Italia Mw 6.5 del 1920 (Margottini et al., 1993; Rovida et al., 2011; Mantovani et al., 2012).
Questa è la ragione per la quale la Regione Toscana ha avviato in Garfagnana progetti pilota di microzonazione sismica (Comuni di Villa Collemandina e Castiglione Garfagnana) seguendo le linee guida contenute del DM 14/01/2008. In questo quadro la tesi ha avuto come obiettivo una revisione geologico-strutturale e tettonica della porzione centrale della Garfagnana con lo scopo di meglio definire gli assetti strutturali su cui svolgere approfondimenti ed analisi previste negli studi di microzonazione sismica in particolare relativamente alla problematica dei sistemi di Faglie definibili come attive e capaci (F.A.C.) e quindi associabili ad aree con limitazioni e vincoli urbanistici. Il lavoro si è svolto attraverso una prima fase di raccolta ed integrazione dei dati disponibili in termini di cartografia geologica e geomorfologica, a cui è seguito una raccolta di dati originali di terreno, cartografia geologico-strutturale e geomorfologica integrata dall’analisi di modelli DEM con varie risoluzioni allo scopo di caratterizzare l’architettura strutturale dei sistemi di faglie che caratterizzano la media Garfagnana tra Corfino e Castelnuovo Garfagnana e definire la relazione tra queste faglie e i depositi Plio-Quaternari che affiorano nell’area di studio.
I risultati principali dello studio riguardano la migliore definizione dell’architettura strutturale dei sistemi di faglie recenti-attive che caratterizzano l’area di studio rappresentate non solo da faglie a direzione Appenninica (come riportato in Ithaca 2011 e DISS 3.2.0) ma anche antiapenninica. Le diverse faglie individuate sono state gerarchizzate ed inquadrate nei diversi sistemi presenti cercando di definirne la scansione temporale di attività e tassi di strain a lungo termine sulla base delle relazioni con i depositi Plio-Quaternari e recenti osservabili nell’area.

Abstract
The Garfagnana represent a tectonic depression inside of inner northern Apennines bounded by predominantly normal fault systems with apenninic direction and characterized by Plio-quaternary deposits.
The Garfagnana valley constitutes one of the more active seismic districts in the internal Appennines as documented by the various recent and historical earthquakes (Mw 4.8 2013; Mw? 1985; Mw 5.81 1939; Mw 5.8 1837; Mw = 5.6 1481, including the most important earthquake of northern Italy Mw 6.5 of 1920 (Margottini et al., 1993; Rovida et al., 2011; Mantovani et al., 2012).
This is the reason why the Regione Toscana started a preliminary project of microzonazione sismica (municipalities of Villa Collemandina and Castiglione di Garfagnana) pursuing the guide lines contained in D.M. 14/01/2008.
In this context this work has had as a goal a structural, geological and tectonic review of the central portion of the Garfagnana valley, with the aim of better defining the structural assets on which carry out insights and analyzes provided by microzonazione sismica studies, in particular, regarding the problem of fault systems definable like FAC (active and capable fault) and then linked with areas with restrictions and specifically urban restrictions.
The work took place through a first phase of data collection and integration in terms of geological and geomorphological cartography, which was followed by a collection of original structural, geological and geomorphological data included in the cartography, this data are integrated with DEM analysis with various resolution realized with the aim of characterized the structural architecture of fault systems that interest the middle portion of Garfagnana between Corfino and Castelnuovo di Garfagnana and define the relationship among this faults and the plio-quaternary deposits that outcropping in the study area.
The main result of the studies concerns the better definition of the structural architecture of the recent and active fault systems which characterize the study area. This are represented not only just from apenninic systems (Ithaca 2011 e DISS 3.2.0) but also anti-apenninic system.
The different faults identified have been hierarchized and framed in the different systems trying to define the temporal scan of the activity and long term strain rate based on the relationship with plio-quaternary and recent sediments observable in the Area.
File