Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-10172016-225330


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
GRIGOLI, ELIANA
URN
etd-10172016-225330
Titolo
"I contenitori in fibra vegetale del Museo Egizio di Firenze:un'analisi tipologica"
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
ORIENTALISTICA: EGITTO, VICINO E MEDIO ORIENTE
Commissione
relatore Prof.ssa Silvano, Flora
Parole chiave
  • Museo Egizio di Firenze
  • fibre vegetali
  • Egitto
  • cesti
  • borse
  • vassoi
Data inizio appello
07/11/2016;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
07/11/2086
Riassunto analitico
L’uso delle fibre vegetali è attestato a partire dalle fasi più antiche della storia egizia e prosegue senza interruzioni fino al periodo Romano. Ancora oggi nel Sudan è attiva una produzione di contenitori in materiali vegetali secondo modalità e tecniche pressoché identiche a quelle di tremila anni fa. Alla longevità di questa produzione tuttavia non corrisponde un’adeguata attenzione rivolta allo studio e all'approfondimento degli oggetti intrecciati che dall'antichità sono giunti fino a noi e che, nella maggior parte dei casi, occupano un ruolo secondario se non marginale all'interno delle pubblicazioni. L’obbiettivo che questo studio si propone di raggiungere pertanto è quello di favorirne la conoscenza mediante un tentativo di contestualizzazione e attraverso l’analisi delle principali tecniche coinvolte nella realizzazione delle opere d’intreccio. La prima parte del lavoro è dedicata all'introduzione generale dell’argomento a cui segue un paragrafo dedicato alla trattazione delle principali categorie di oggetti frutto della manipolazione e dell’intreccio delle fibre. I due seguenti capitoli sono invece dedicati allo studio approfondito di una peculiare categoria, quella dei contenitori. L’ultima parte in particolare è occupata dal Catalogo relativo ad una selezione di 74 contenitori in fibra vegetale (diviso in tre sezioni: borse, cesti e panieri e vassoi) conservati, e in buona parte esposti presso il Museo Egizio di Firenze.
File