Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-10142013-222358


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
AMATI, FEDERICA
URN
etd-10142013-222358
Titolo
Nuove prospettive nella terapia cognitivo-comportamentale: l'Acceptance-Commitment-Therapy. Applicazione del protoccollo ACT in un caso clinico di depressione.
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
PSICOLOGIA CLINICA E DELLA SALUTE
Commissione
relatore Prof.ssa Bossa, Rossella
Parole chiave
  • therapy
  • depressione
  • acceptance
  • commitment
  • acceptance-commitment-therapy
  • ACT
Data inizio appello
08/11/2013;
Disponibilità
completa
Riassunto analitico
La depressione è un disturbo diffuso e in costante aumento nei Paesi Occidentali. L’OMS prevede che nel 2020 questa patologia tenderà a superare il primato attualmente detenuto dalle malattie cardiovascolari per morbilità e invalidità, con importanti costi sanitari (Kessler, 2012; Rainone, 2004). Si stima che circa un terzo della popolazione mondiale abbia sofferto o soffrirà di un episodio depressivo nell’arco della propria vita. Le persone affette da un disturbo depressivo non riescono più a lavorare o a studiare, ad instaurare e mantenere relazioni sociali e affettive, a provare piacere e/o interesse per attività un tempo gradite (Kessler, 2012). Inoltre, le persone depresse presentano uno stato di salute fisica peggiore rispetto alla popolazione generale, con un maggiore rischio per malattie croniche quali quelle cardiovascolari, il diabete e i tumori (Voinov, 2013). Purtroppo, nonostante l’evidente importanza di un approccio specifico e tempestivo, la depressione risulta essere ancora oggi una patologia sottostimata e non adeguatamente trattata. Oltre alle cure farmacologiche, imprescindibili per alcuni pazienti, vi sono diversi approcci psicoterapeutici a disposizione del professionista, che può in tal modo “ritagliare su misura” il trattamento più adatto al suo paziente (personalizzazione delle cure). In particolare, nell’ambito delle terapie cognitivo-comportamentali, stanno assumendo sempre più importanza le cosiddette terapie di terza generazione, basate sulla mindfulness, ma anche sull’accettazione e sull’impegno, come l’Acceptance Commitment Therapy (ACT) (Bulli, 2010).
Scopo di questa tesi è valutare l’efficacia dell’ACT rispetto al trattamento cognitivo-comportamentale standard, non solo sulla base di un’analisi critica dei dati di letteratura, ma anche di un caso clinico di depressione e della risposta al trattamento ACT.
File