Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-09162009-130522


Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica
Autore
GALLERI, ARNALDO
Indirizzo email
arnaldo.galleri@gmail.com
URN
etd-09162009-130522
Titolo
La propagazione delle piante delle coste sabbiose. Sperimentazione in vivaio sulla propagazione vegetativa di specie del Parco Regionale di Migliarino, S. Rossore, Massaciuccoli
Struttura
AGRARIA
Corso di studi
PROGETTAZIONE E PIANIFICAZIONE DELLE AREE VERDI E DEL PAESAGGIO
Commissione
relatore Prof. Vernieri, Paolo
correlatore Dott. Moscheni, Elisabetta
Parole chiave
  • dune
  • vegetazione
  • psammofila
  • propagazione
  • vivaistica
  • forestale
  • coastal
  • plants
  • propagation
  • sand
  • dunes
  • ammophila
  • nursery
Data inizio appello
05/10/2009;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
05/10/2049
Riassunto analitico
Gli habitat dei litorali sabbiosi sono sempre più una rarità nel Mediterraneo ed in particolare in Italia, dove le dune naturali occupano solamente 350 km circa, meno del 10% della coste sabbiose totali. Per questo motivo, grazie anche alle normative comunitarie volte alla conservazione degli habitat, si stanno recentemente svolgendo progetti di conservazione, ripristino e stabilizzazione delle dune. In questo lavoro viene presentata una sperimentazione condotta presso il Centro di Ricerche Agro-Ambientali E. Avanzi (C.I.R.A.A.), nell’ambito di uno di questi progetti, il progetto LIFE Dunetosca, operato presso l’Ente Parco Regionale Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli e volto alla “Conservazione degli ecosistemi costieri nella Toscana settentrionale”. La ricerca è iniziata nel febbraio 2008 e terminata nella primavera 2009 ed ha riguardato prove di propagazione vegetativa in un vivaio allestito presso il C.I.R.A.A.. Le specie sottoposte a vari trattamenti e diverse epoche di prelievo sono state: Ammophila littoralis, Anthemis maritima, Cistus incanus, Cistus salvifolius, Elymus farctus, Helichrysum stoechas, Juniperus oxycedrus L. subsp. Macrocarpa, Otanthus maritimus e Sporobolus pungens. Nella prima parte della tesi vengono esaminate le conoscenze attuali sugli ecosistemi vegetali dei litorali sabbiosi e sulle principali specie che li popolano. Partendo dalla geomorfologia delle coste sabbiose e dai processi che determinano la formazione delle dune, si passa a descrivere la flora e la vegetazione di questi ambienti e i fattori ecologici che ne determinano le strategie di adattamento. In seguito vengono affrontati i temi dello stato attuale di conservazione degli ecosistemi dunari e degli interventi di recupero, focalizzandosi sulle esperienze fin ora maturate nella propagazione delle specie di questi habitat così particolari e vulnerabili. Nella seconda parte della tesi viene presentata la sperimentazione e sono discussi i risultati ottenuti.Questi hanno evidenziato come la propagazione vegetativa possa essere una tecnica applicabile con successo per la gran parte delle specie testate,in grado di supportare efficacemente la produzione da seme, in particolare per quelle piante che presentano difficoltà di germinazione. La propagazione vegetativa può inoltre consentire di ridurre i tempi richiesti dai progetti di riqualificazione dunale per la fornitura di materiale vegetale e divenire la tecnica privilegiata per il mantenimento di una produzione continua all'interno del vivaio.
File