Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-09152009-111335


Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica
Autore
ABBANDONATO, GERARDO
URN
etd-09152009-111335
Titolo
Studio delle proprieta molecolari di elastomeri liquido-cristallini mediante spettroscopia 2HNMR
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
CHIMICA
Commissione
relatore Dott.ssa Domenici, Valentina
controrelatore Prof. Galli, Giancarlo
relatore Dott.ssa Catalano, Donata
Parole chiave
  • Landau de Gennes
  • Crosslinker
  • Elastomeri
  • NMR
  • Cristalli liquidi
  • PFO
  • micelle
  • PEG
  • etere corona
  • 2H
  • 19F
Data inizio appello
29/09/2009;
Disponibilità
completa
Riassunto analitico
L'elaborato è costituito da due sezioni, la prima delle quali dà il titolo alla tesi:
- studio delle proprietà molecolari di elastomeri liquido-cristallini;
- studio delle interazioni in un sistema micellare perfluorurato.

Nella prima parte, dopo un'accurata descrizione delle teorie (Landau de Gennes) e delle tecniche (2HNMR, DSC, microscopia) alla base dell'analisi, sono esposti e analizzati i risultati riguardanti lo studio dell'ordine molecolare di sistemi elastomerici nematici. La novità di tale studio, che lo differenzia dai lavori riportati in letteratura, consiste nell'aver indagato direttamente una componente strutturale dell'elastomero liquido cristallino (il crosslinker selettivamente deuterato), senza dover ricorrere all'introduzione di molecole probe (che avrebbero alterato la struttura e la composizione del sistema).
Dagli splitting quadrupolari del nucleo di deuterio sono quindi stati ottenuti gli andamenti del parametri d'ordine, analizzati in base alle previsioni della teoria di Landau-de Gennes.
Viene sviluppato il confronto con il crosslinker disciolto in un solvente liquido-cristallino convenzionale e con dati di letteratura.

La seconda parte indaga i sistemi micellari in soluzione, costituiti dai sali di Litio, Sodio e Cesio dell'acido perfluoroottanoico. Sono stati monitorati gli andamenti di chemical shift dei nuclei 19F, molto sensibili al processo di micellizzazione. Lavori di letteratura segnalano "anomalie" nelle curve calorimetriche nel momento in cui in questi sistemi vengono aggiunti poli(etilenglicol) di diverso peso molecolare. Sulla scia di questi lavori, l'analisi NMR è stata condotta su sistemi costituiti dal solo sale, dal sale più il polimero, dal sale più eteri corona (quest'ultimi mirati ad valutare l'azione sia del controione sia, per confronto, del polimero).
I risultati ottenuti e la validità delle ipotesi formulate hanno trovato conferma in calcoli teorici.
File