Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-09082015-162010


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
AGOSTA, BALDASSARE
URN
etd-09082015-162010
Titolo
Modeling business processes in banking to deliver customer services: an extensive case study to support an IT outsourcer in the analysis of the existing frameworks
Struttura
INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE
Corso di studi
COMPUTER ENGINEERING
Commissione
relatore Ing. Cimino, Mario Giovanni Cosimo Antonio
relatore Prof.ssa Vaglini, Gigliola
relatore Dott. Baggiani, Alessandro
Parole chiave
  • modellazione di processo
  • business modeling
  • bpmn
  • workflow modeling
Data inizio appello
25/09/2015;
Disponibilità
parziale
Riassunto analitico
A partire dagli anni '90 l'utilizzo di applicazioni Web based ha diminuito drasticamente i costi di sviluppo di un applicazione rispetto a quelle sviluppate seguendo il paradigma client/server, risolvendo,ad esempio, il problema della redistribuzione del software lato client in caso di modifiche alle componenti SW lato server.
In un contesto finanziario, dove i vari operatori agiscono in maniera fortemente dislocata dalle sedi centrali e dove interagiscono una pluralità di componenti software diversi, i vantaggi di un applicazione Web based sono maggiormente avvertiti e diventano necessari per la piena riuscita degli obiettivi di business di un qualsiasi istituto finanziario.

La tipologia di architettura maggiormente utilizzata nello sviluppo di un applicazione web è quella a tre livelli: un primo livello di presentazione, il cui compito è quello di interagire con l'utilizzatore dell'applicazione, un secondo che si occupa del' esecuzione delle logiche di business che stanno dietro le funzionalità dell'applicazione e che ne costituisce il cuore operativo e un terzo livello dedicato all'accesso fisico ai database di informazioni utilizzati dalle logiche.

All'interno del secondo livello dell'architettura può presentarsi un moltitudine di logiche di business necessarie per la corretta funzionalità dell'applicazione e una gestione di quest' ultime, in un ottica service oriented, consente di diminuire la crescita di complessità del progetto confinandole e gestendole in maniera razionale.

La fase di design dei servizi è cruciale in quanto, in un applicazione che può subire forti variazioni a livello di logica e di funzionalità fornite, deve consentire il più ampio riutilizzo dei medesimi oltre che ad un processo di orchestrazione il più efficiente possibile, diminuendo il rischio di fallimento dell'intero progetto.
Scopo della tesi è quello di dimostrare come una chiara modellazione, tramite una metodologia di workflow modeling e una notazione formale qual'è il BPMN, dei processi di orchestrazione di un applicazione Web, fornita da un IT outsourcer a supporto di un istituto finanziario, aiuti nell'individuare i servizi necessari per la realizzazione degli obiettivi di business ottenendo, di fatto, un Process Driven Development Approach e fornisca uno strumento di analisi per individuare l'origine di eventuali criticità nel processo.

La tesi inoltre evidenzia come l'utilizzo di un framework per il workflow modeling consenta di diminuire la complessità del processo di modellazione e aiuti nell' individuare alcune metriche per il processo analizzato consentendo di valutare i miglioramenti, nel flusso delle operazioni, di una fase di reingegnerizzazione ottenendo una gestione più efficace ed efficiente delle componenti IT .
File