Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-09082011-162331


Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica LC6
Autore
ACCOGLI, SANDRA
URN
etd-09082011-162331
Titolo
mRECIST nella valutazione della risposta terapeutica dell'epatocarcinoma
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Bartolozzi, Carlo
Parole chiave
  • mRECIST
  • correlazione radio-istopatologica
  • chemioembolizzazione terapeutica
  • trapianto di fegato
  • tomografia computerizzata TC
  • epatocarcinoma
Data inizio appello
27/09/2011;
Disponibilità
parziale
Data di rilascio
2051-09-27
Riassunto analitico
L’aumentato utilizzo di terapie loco-regionali come l’ablazione percutanea e la chemioembolizzazione trans-arteriosa (TACE) nel trattamento dell’HCC ha evidenziato la necessità di una migliore modalità di misurazione del tasso di risposta terapeutica. A tal fine, nel 2000 la Federazione Europea per lo Studio del Fegato (EASL) ha modificato i criteri di valutazione, in modo da prendere in considerazione la necrosi tumorale indotta dal trattamento.
Le recenti linee guida per la progettazione di studi clinici sul carcinoma epatico hanno proposto i criteri EASL, detti anche criteri RECIST modificati (mRECIST), come valido strumento per valutare la risposta al trattamento dell’HCC attraverso il riconoscimento del residuo di tumore vitale.
Sono pochi i dati riguardo l’accuratezza di mRECIST rispetto al gold-standard rappresentato dallo studio anatomo-patologico dei fegati espiantati. Oggetto di questa tesi è stato uno studio retrospettivo monocentrico finalizzato alla valutazione del grado di concordanza tra mRECIST e i risultati anatomo-patologici in un’ampia popolazione di pazienti trattati con TACE seguita da trapianto di fegato da gennaio 1996 a dicembre 2010 nell’Ospedale S.Chiara di Pisa. A tal fine,lo studio ha previsto la rivalutazione degli esami TC periprocedurali e post-TACE e la determinazione della risposta tumorale secondo mRECIST. Si è proceduto confrontando i dati ottenuti con l’analisi istopatologica effettuata sugli organi espiantati dagli stessi pazienti sottoposti a trapianto epatico a varia distanza di tempo dall’intervento di chemioembolizzazione trans-arteriosa dei noduli tumorali.
I risultati ottenuti indicano che la TC può sovrastimare la risposta tumorale per la mancata
visualizzazione di minimi residui vitali di malattia. Tuttavia, mRECIST valutati alla TC dopo TACE sono riproducibili ed affidabili, con elevata accuratezza nel differenziare i responders dai non-responders.
File