ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08292018-092930


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
QUARTARONE, FEDERICA
URN
etd-08292018-092930
Title
Effetto di un estratto di melograno e di probiotici in un modello di adipogenesi "in vitro"
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
SCIENZE DELLA NUTRIZIONE UMANA
Supervisors
relatore Prof.ssa Testai, Lara
relatore Prof.ssa Sorrenti, Valeria
Parole chiave
  • Nutraceutica
  • melograno
  • probiotici
  • adipogenesi
  • scarti
Data inizio appello
03/10/2018;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Riassunto analitico
Dal notevole incremento degli studi riguardanti il frutto di melograno avvenuto nell'ultimo decennio, epoca in cui il campo della nutraceutica risulta essere in continuo ampliamento, sono emerse le peculiarità riconducibili a questo frutto che hanno permesso di definirlo come alimento funzionale.

Scopo del presente lavoro è stato quello di testare l’attività antiossidante e l’eventuale attività prebiotica di un estratto di melograno la cui matrice consiste in prodotti di scarto del frutto di melograno.
Per la preparazione dell’estratto è stata utilizzata la varietà di melograno Wonderful, di origine siciliana. In questa fase la componente bioattiva caratteristica di questo frutto è stata opportunamente estratta, ottenendo così un preparato nutraceutico altamente ricco in composti fenolici a partire da un sottoprodotto di scarto, con l'obiettivo di testare poi la sua capacità antiossidante e prebiotica.

Inoltre in letteratura è riportato che il succo di melograno, diversi tipi di estratti di melograno (l'estratto preparato dal frutto intero e quello derivante dalla buccia di melograno), oltre che alcuni ceppi probiotici hanno la capacità di influenzare l'adipogenesi in colture cellulari. Pertanto nel presente lavoro è stato anche saggiato l’effetto indotto dall’estratto di melograno (ML), dal probiotico L. rhamnosus GG ATCC 53103 e dal probiotico L. rhamnosus GG ATCC 53103 preincubato con ML sul differenziamento cellulare dei preadipociti 3T3-L1, in un modello di adipogenesi in vitro.
Dunque nel presente lavoro sono state effettuate le seguenti procedure sperimentali:
1) Preparazione dell’estratto
2) Determinazione del contenuto in polifenoli
3) Quenching del DPPH
4) Allestimento di colture cellulari di preadipociti murini 3T3-L1
5) MTT test
6) Coltivazione di ceppi batterici e determinazione del loro tasso di crescita
7) Differenziamento dei preadipociti murini 3T3-L1
8) Determinazione del contenuto lipidico: OilRed O staining
9) Estrazione di RNA di markers adipogenici e qRT-PCR
File