Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-08292009-172556


Tipo di tesi
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Autore
LUCCHESI, RITA
URN
etd-08292009-172556
Titolo
IL DUOMO DI CARRARA: VICENDE DI RESTAURO 1880-2008
Struttura
LETTERE E FILOSOFIA
Corso di studi
CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI
Commissione
relatore Prof.ssa Antonella Gioli
Parole chiave
  • Duomo
  • Carrara
  • intervento di restauro
  • ripristino superficie muraria
  • rimozione altari
Data inizio appello
2009-09-21
Disponibilità
completa
Riassunto analitico
Attraverso un'attenta ricerca d'archivio viene ricostruita la storia degli interventi di restauro al Duomo di S.Andrea di Carrara dal 1880 al 2008. Partendo dal contesto urbano, viene trattato di un primo intervento che, attuato nel 1880,porta alla demolizione degli edifici addossati alla parte posteriore del Duomo e in particolare all'angolo nord-est, all'angolo sud-est e all'abside. Con la liberazione della parte absidale ha inizio l'intervento di restauro, attuato a partire dal 1891, che porta al ripristino statico ed estetico della superficie muraria delle parti degradate dalla copertura effettuata dagli edifici addossati e già demoliti e che si conclude nel 1894.Un secondo intervento, condotto nel 1894 e concluso nel 1895, porta al restauro dell'angolo sud-est e del fianco sud e porta alla chiusura delle aperture seicentesche ad uso di finestre. Nel 1902- 1903 il Duomo di Carrara viene completamente isolato abbattendo un vano addossato all'angolo nord-ovest. L'ultimo importante intervento, trattato e analizzato, è quello realizzato nel 1947-1948 che, caratterizzato dalla rimozione dall'interno della Chiesa di sei Altari barocchi al fine precipuo di ripristinare nell'interno un'aspetto più vicino all'originale, porta anche alla rimozione delle volte settecentesche e al ripristino dell’antica copertura in capriate di cemento rivestite di legno. In conclusione ho anche ricostruito la storia dei restauri a cui è stata soggetta una Croce lignea conservata all'interno del Duomo di Carrara.
File