Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-08272015-173422


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
GODANI, ELISA
URN
etd-08272015-173422
Titolo
Stress e burnout in sala parto: analisi qualitativa sulle percezioni delle ostetriche
Struttura
MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE
Corso di studi
SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
Commissione
relatore Dott. Pagnucci, Nicola
Parole chiave
  • Stress
  • sala parto
  • ostetriche
  • focus group
  • burnout
Data inizio appello
28/09/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Obiettivo: L’obiettivo di questa tesi è di indagare il vissuto di un gruppo di ostetriche italiane che lavorano in sala parto, identificando i fattori stressogeni allo scopo di individuare possibili strategie risolutive.
Metodi: Analisi qualitativa basata sull’utilizzo di due focus group ai quali hanno partecipato 12 ostetriche che lavorano nelle sale parto di un ospedale italiano
Risultati: è stato riscontrato un alto livello di esaurimento emotivo, specialmente tra le ostetriche con più di 10 anni di esperienza, che hanno visto la loro autonomia e autorevolezza ridotta sempre di più negli ultimi anni. Una forte correlazione è stata identificata tra l’esaurimento emotivo e il conflitto con la figura medica. Soltanto tra le ostetriche con esperienza minore di 5 anni è emerso uno stress legato alla paura delle emergenze e degli eventi avversi riguardanti la salute materno - fetale.
Conclusioni: Lo stress personale e legato al lavoro è risultato alto in questo gruppo si ostetriche, mentre lo stress legato all’assistenza alla donna è risultato generalmente basso e legato alla scarsa esperienza lavorativa.
Le strategie per prevenire il rischio di Burnout e ridurre lo stress lavorativo dovrebbero essere orientate a prevedere momenti di confronto sui casi clinici tra ostetriche e medici, riorganizzare il percorso nascita al fine di aumentare la soddisfazione lavorativa e l’autonomia delle ostetriche rafforzando il loro rapporto con la donna durante tutta la gravidanza.

Abstract
Objective: The aim of this study was to explore the sources of occupational stress in midwives working in birth suites among a small population of Italian midwives and to identify how they could receive such support.
Design: 12 midwives working in an obstetric clinic in North-West Italy were included in the study and two focus groups were employed to conduct a qualitative analysis.
Findings: An high level of emotional exhaustion has been found, especially in midwives with 10 or more years of clinical experience, who have seen a progressive reduction in their autonomy and prestige over the last years. A strong correlation has been found between emotional exhaustion and conflict with doctors. Only among midwives with less than 5 years of work-experience it has been identified a sort of stress related to life threatening events about mother-child wellbeing.
Key conclusions: Personal and work-related stress was high in this group of midwives while stress related to caring women was generally low and related to work-experience. Strategies to decrease and/ or prevent Burnout may include clinical mentorship with doctors and reorganization of maternity care to increase work satisfaction, autonomy and strengthen relationships between midwives and women during pregnancy.
File