Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-08212014-104008


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
AMMIRATI, GAIA
URN
etd-08212014-104008
Titolo
La battaglia contro lo stigma. Martha Nussbaum e la costruzione dell'identitá sociale dei disabili.
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
FILOSOFIA E FORME DEL SAPERE
Commissione
relatore Fabris, Adriano
Parole chiave
  • Nussbaum
  • stigma
  • identità
  • disabilità
Data inizio appello
29/09/2014;
Disponibilità
completa
Riassunto analitico
La presente tesi si inserisce all’interno del dibattito sui disability studies, ossia si occupa di trovare una definizione della disabilità, di individuare i confini tra normalità e anormalità e di ottenere risultati pratici per migliorare la qualità della vita delle persone disabili.

L’obiettivo che si persegue è quello di dimostrare che la formazione dell’identità sociale dei disabili è un fenomeno complesso, che va studiato attraverso un’analisi interazionista e multi-prospettica, cioè tenendo conto delle relazioni che un individuo sostiene con gli altri, con l’ambiente e con la società in generale, e l’interpretazione che viene data a queste relazioni. Inoltre, si mostrerà che proprio da questo processo deriva la stigmatizzazione di alcuni gruppi, a causa dell’individuazione di caratteristiche indesiderate, e si tenterà di dare una spiegazione a questo meccanismo.

Per procedere nel lavoro, verrà utilizzata come guida la filosofa Martha Nussbaum, e il suo approccio della capacità, evidenziandone contributi e limiti. Quest’ultimo, infatti, fornisce ottimi strumenti per interpretare la persona e per individuare dei criteri da utilizzare per costruire una società giusta, che tenga conto anche delle esigenze delle persone discriminate; allo stesso tempo, però, presenta delle carenze nella giustificazione di alcuni assunti principali.

This thesis is placed within the debate on the disability studies. It deals with seeking a definition of disability, identifying the boundaries between normality and abnormality and obtaining practical results to improve the quality of life of people with disabilities.

The aim that will pursued is to demonstrate that the creation of social identity of people with disabilities is a complex phenomenon, that must be studied through an interactionist and multi-perspective analysis, considering the relationships that occur between an individual and the others, the environment and the society in general, and the interpretation given to these relations. Furthermore, it will be shown that this process lead to the stigmatization of certain groups, due to the establishment of unwanted features, and it will be attempt to give a justification to that procedure.

To carry out this work, the philosopher Martha Nussbaum and her capability approach will be used as a guide, highlighting the strengths and weaknesses of her method. The capability approach provides excellent tools for define the person and to identify which criteria should be used to create a right society, that takes into account the needs of discriminated persons; however, it also presents some shortcomings in the justification of some of the most relevant assumptions.
File