ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-06272019-121102


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
TOMMASI, ERICA
URN
etd-06272019-121102
Thesis title
Gioco sociale e comunicazione nel cane lupo Cecoslovacco (Canis lupus familiaris)
Department
BIOLOGIA
Course of study
CONSERVAZIONE ED EVOLUZIONE
Supervisors
relatore Prof. Luschi, Paolo
relatore Prof.ssa Palagi, Elisabetta
Keywords
  • Canis lupus familiaris
  • play fighting
  • meta-comunicazione
  • segnali intenzionali
  • segnali emotivi
Graduation session start date
15/07/2019
Availability
None
Release date
15/07/2089
Summary
Il gioco sociale è un comportamento versatile, impredicibile e multifunzionale, che richiede l'adozione di regole flessibili al fine di evitare un'escalation aggressiva. Il reclutamento di pattern motori presi in prestito da altri contesti funzionali rende necessaria una fine comunicazione tra i partecipanti per poter limitare il rischio di equivoci. A tal scopo, gli animali utilizzano specifici segnali ludici che sono emessi per influenzare il comportamento dei conspecifici (segnali intenzionali) o per esprimere lo stato emotivo interno dell’esecutore (segnali emotivi). Per indagare questo argomento, ci siamo focalizzati sulla comunicazione ludica di 24 esemplari di cane lupo Cecoslovacco (CLC, Canis lupus familiaris), una razza derivata dall'incrocio tra pastore tedesco e lupo dei Carpazi. Sia i lupi che i cani mantengono la propensione a giocare nell'età adulta, per questo motivo il CLC è un modello eccellente per testare ipotesi sulla dinamica del gioco. Confrontando i due segnali di gioco più utilizzati dai cani, Relaxed Open Mouth (ROM) e Play Bow (PBOW), abbiamo riscontrato maggiore durata e maggiore frequenza di ROM in gioco di contatto rispetto al gioco locomotorio. Al contrario, non abbiamo riscontrato differenze nella durata e nella frequenza dell’inchino (PBOW) tra il gioco di contatto e il gioco locomotorio. Seguendo i criteri usati per definire l'intenzionalità del segnale, abbiamo dimostrato che il ROM i) viene indirizzato ad un target specifico, unico e riconoscibile, ii) viene eseguito quando si ottiene l'attenzione del ricevente e iii) viene seguito da una risposta comportamentale congruente (gioco) da parte del ricevente. Questi risultati suggeriscono che il ROM può essere considerato un segnale intenzionale utilizzato dal CLC per comunicare la motivazione a giocare ed evitare reazioni aggressive da parte del compagno di giochi. Abbiamo riscontrato il verificarsi di Mimica rapida (MR) di entrambi ROM e PBOW durante le sessioni ludiche del CLC. La Mimica rapida, rispetto ad altri fattori considerati (sesso, età e qualità della relazione tra i giocatori), sembra influenzare significativamente la durata della sessione di gioco e, di conseguenza, il successo dell'interazione di gioco.
File