ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05182015-135150


Thesis type
Tesi di specializzazione (5 anni)
Author
ANGILERI, SANDRA
URN
etd-05182015-135150
Title
LE NUOVE FRONTIERE NEL CONTROLLO DEL DOLORE POST-OPERATORIO IN CHIRURGIA ORTOPEDICA PROTESICA
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
ANESTESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA
Commissione
relatore Dott.ssa Nicastro, Manuela
relatore Prof. Giunta, Francesco
Parole chiave
  • naloxone
  • oxicodone
  • gabapentin
  • protesi di ginocchio
  • protesi d'anca
Data inizio appello
03/06/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il dolore acuto post-operatorio è seguito da dolore persistente in una percentuale di casi compresa tra il 10% e il 50% a seconda dell’intervento chirurgico cui il paziente viene sottoposto. Lo sviluppo e la persistenza della sintomatologia dolorosa sono alla base di un processo di sensibilizzazione nervosa centrale e periferica. La prima indica una dissociazione tra attività centrale e periferica con iperalgesia secondaria; la seconda è invece caratteristica del dolore post-operatorio di cui quello post-chirurgico ne è un esempio. Lo schema di riferimento della terapia del dolore suggerito dalle linee guida WHO è stato recentemente modificato e integrato da linee guida promulgate da autorevoli società scientifiche con la modifica della strategia della gestione del dolore a tre gradini, a favore dell’utilizzo di oppiacei forti anche nel dolore lieve-moderato.<br>Scopo del nostro studio è stato quello di individuare e valutare i benefici di un protocollo innovativo di pre-emptive analgesia con somministrazione principale dei farmaci per via orale, da applicare nella chirurgia ortopedica protesica elettiva (protesi d’anca e di ginocchio). Abbiamo istituito due protocolli utilizzando due farmaci: il primo basato sulla somministrazione di gabapentin e oxicodone/naloxone e il secondo basato solo sulla somministrazione di oxicodone/naloxone, valutando l’efficacia in termini di controllo del dolore tramite la scala NRS al tempo T0,T1,T2 e T3; il numero di somministrazioni di farmaci rescue, gli effetti collaterali legati alla somministrazione dei farmaci oggetto del nostro studio.<br> Da Febbraio 2015 ad Aprile 2015 abbiamo arruolato 38 pazienti. Il protocollo con gabapentin oxicodone/naloxone è stato applicato solo ad 8 pazienti ed interrotto per la superiorità del secondo protocollo (solo oxicodone/naloxone) applicato a ben 30 pazienti evidenziando:<br>- buon controllo del dolore con una riduzione importante di questo in terza giornata post-operatoria<br>- bassa richiesta di farmaci rescue<br>- effetti collaterali trascurabili<br>- non evidenza di differenze significative tra i gruppi protesi d’anca e di ginocchio in termini di efficacia del controllo del dolore<br>- facilità di prescrizione da parte dei sanitari <br>- semplicità di somministrazione del farmaco<br>- gradimento da parte dei pazienti <br>Tutto ciò, pone le basi per ottenere una migliore aderenza dei paziente ai protocolli fisioterapici tramite una precoce mobilizzazione post-operatoria; inoltre permetterebbe una riduzione importante dei costi sia in termini di degenza, sia in termini di costi veri e propri relativi all’utilizzo di tale farmaco.<br>
File