Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-05162016-190720


Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica LC6
Autore
AGNETA, EMANUELA
URN
etd-05162016-190720
Titolo
Lo stato nutrizionale come fattore prognostico per le complicanze post-operatorie dopo duodenocefalopancreasectomia
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Neri, Emanuele
Parole chiave
  • complicanze post-operatorie
  • duodenocefalopancreasectomia
  • sarcopenia
Data inizio appello
14/06/2016;
Disponibilità
completa
Riassunto analitico
L’adenocarcinoma duttale del pancreas è associato a infiammazione, locale e sistemica, che aumenta il dispendio energetico a riposo. Vari studi hanno associato questa condizione, insieme alla condizione di fragilità dei pazienti candidati a chirurgia addominale, a uno scarso esito clinico post chirurgico; lo stesso vale per i cambiamenti nella distribuzione del tessuto adiposo e delle masse muscolari.

In questo studio si intende valutare se, la distribuzione delle masse adipose e muscolari, analizzate alla TC preoperatoria, può predire lo sviluppo delle complicanze post operatorie, classificate secondo Clavien score, e soprattutto se può predire lo sviluppo della fistola data la sua maggiore gravità.

A tal fine, sono stati studiati 77 pazienti (43 femmine e 34 maschi) di età compresa fra i 43 e i 74 anni sottoposti a intervento di duodenocefalopancreasectomia. Ogni paziente è stato sottoposto a una TC pre-operatoria 64 strati (Light Speed Plus VCT, GE Medical System, Milwaukee USA) dell’addome, basale e dopo somministrazione di mezzo di contrasto iodato secondo protocollo standardizzato. Per ciascun paziente sono stati valutati il BMI, l’ASA, il volume del compartimento adiposo, l’area e il volume del muscolo Psoas con segmentazione manuale bilaterale e lo psoas Index. Di ogni paziente è stata, poi, valutata l’insorgenza di complicanze durante il ricovero post operatorio e le complicanze, qualora presenti, sono state classificate secondo la forma contratta del Clavien Score System.
È stata, quindi, valutata la possibile correlazione statistica tra i parametri di valutazione dello stato nutrizionale sopra descritti e lo sviluppo di complicanze insorto nel decorso post-operatorio valutando quali parametri influenzassero maggiormente il grado di severità della complicanza in accordo con la forma contratta del Clavien Score System e l’insorgenza della fistola pancreatica su trancia di sezione. L’analisi statistica dei dati è stata condotta utilizzando il software JMP versione 9.0 (SAS)

Dall’analisi è emerso che la distribuzione delle masse addominali adipose e muscolari, fra maschi e femmine, è significativamente differente e, nel gruppo di pazienti di sesso maschile, è emersa una correlazione, statisticamente significativa, tra il grado di severità delle complicanze insorte ed il volume stimato del muscolo Psoas (p = 0.0066); al contrario, l’area del Muscolo Psoas e lo Psoas Index non sono risultati influenzare la severità delle complicanze secondo il “Clavien Score System” (p=0.8109; p=0.2773, rispettivamente). Nel gruppo di pazienti di sesso femminile nessuno dei parametri inclusi nello studio è risultato correlare, in modo statisticamente significativo, alla severità delle complicanze post-chirurgiche. Infine, lo sviluppo di fistola pancreatica nel decorso post operatorio si è verificato in 25 pazienti. Tale complicanza è risultata correlare statisticamente soltanto con il tipo di chirurgia eseguita, indipendentemente dal sesso del paziente (p=0.0357). infatti la fistola pancreatica è insorta in 17 su 37 pazienti sottoposti a chirurgia “robot assisted” (45.9%) ed in 8 su 40 pazienti sottoposti a chirurgia “open” (20%).

La valutazione all’imaging, pertanto, può essere prontamente applicata in ambiente clinico con il potenziale di migliorare lo stato nutrizionale individuale di pazienti selezionati.
File