Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-05102017-114208


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
AMICO, CHIARA
URN
etd-05102017-114208
Titolo
Inquietudine esistenziale e aspetti di anticolonialismo in Tempo di uccidere di Ennio Flaiano
Struttura
FILOLOGIA, LETTERATURA E LINGUISTICA
Corso di studi
LINGUA E LETTERATURA ITALIANA
Commissione
relatore Prof. Zatti, Sergio
correlatore Ciompi, Fausto
Parole chiave
  • Africa
  • Conrad
  • Etiopia
  • fascismo
  • Flaiano
  • Letteratura coloniale
Data inizio appello
29/05/2017;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Tempo di uccidere di Ennio Flaiano, primo e unico romanzo del suo autore, è rimasto a lungo l’unica voce letteraria sul colonialismo italiano. Pubblicato nel 1947 e vincitore del primo Premio Strega, la critica lo ha etichettato come una stravagante eccezione all’interno del panorama neorealista coevo, accostandolo, in virtù dei suoi toni visionari e simbolici, alla narrativa europea di stampo esistenzialista sulla scia di Kafka, Camus, Sartre, Gadda. Soltanto contributi più recenti hanno messo in luce il bersaglio storico del suo messaggio: il mito fascista dell’uomo forte.
La tesi si propone pertanto di fornire un’analisi completa del romanzo dimostrando come Flaiano sia riuscito a intrecciare tematiche universali proprie della sua Weltanschauung (inquietudine esistenziale, indecifrabilità del reale, impotenza dell’uomo di fronte al proprio destino) con un pensiero anticolonialista mediato però dagli schemi narrativi tipici del romanzo coloniale ed esotico. A questo proposito, un confronto con il modello più immediato, Heart of Darkness, aiuterà a capire il debito di Flaiano verso la tradizione precedente e a riconoscere i suoi punti di maggiore originalità.
Note
La tesi in oggetto è stata inserita caricando il file fornito dall'autore. Il relatore è stato informato.
File