ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-04152019-182340


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
ANTONIANI, VALENTINA
URN
etd-04152019-182340
Title
Studio del montaggio del nuovo ponte sull'Arno in località Fibbiana
Struttura
INGEGNERIA CIVILE E INDUSTRIALE
Corso di studi
INGEGNERIA EDILE E DELLE COSTRUZIONI CIVILI
Commissione
relatore Prof. Valvo, Paolo Sebastiano
relatore Prof. Buratti, Giovanni
correlatore Prof. Matildi, Giuseppe
correlatore Ing. Isani, Stefano
Parole chiave
  • ponti metallici
  • ponti di acciaio
  • ponti ad arco
  • ponti bowstring
  • montaggio
  • varo di punta
  • varo con spinta incrementale
  • avambecco
  • sezioni di classe 4
Data inizio appello
06/05/2019;
Consultabilità
secretata d'ufficio
Data di rilascio
06/05/2022
Riassunto analitico
Oggetto della presente tesi è lo studio delle operazioni di montaggio di un nuovo ponte con struttura di acciaio, attualmente in fase di progetto, per l'attraversamento del fiume Arno in località Fibbiana, nella provincia di Firenze.
Dopo alcuni richiami alle principali caratteristiche dei sistemi combinati arco - trave, con particolare attenzione ai ponti con schema bowstring, si passa all'analisi dei principali metodi di montaggio in uso per le diverse tipologie di impalcati da ponte e dei ponti ad arco - trave nello specifico. Si pone, poi, l'attenzione sul metodo di montaggio per varo di punta, descrivendone caratteristiche e peculiarità, nonché le attrezzature comunemente impiegate, anche attraverso l'analisi di alcuni esempi reali.
Successivamente, è descritto il progetto di montaggio del ponte di Fibbiana, costituito da quattro campate di luci rispettivamente 50 + 50 + 150 + 50 m, di cui la principale con schema ad arco - trave a via inferiore (bowstring) e aste di parete inclinate secondo uno schema Nielsen. Il progetto prevede che il ponte sia varato col metodo della spinta incrementale, assemblando i vari conci di impalcato a tergo di una spalla e spingendo la struttura così composta verso la spalla opposta. Il varo prevede l'ausilio di una struttura reticolare provvisoriamente connessa alle travi di impalcato e di un avambecco a parete piena di lunghezza 30 m.
Vengono, quindi, illustrati i criteri di modellazione impiegati per l'analisi strutturale. Si procede, infine, alle verifiche strutturali in fase di varo delle travi di impalcato, della struttura dell'arco, della struttura reticolare provvisoria e dell'avambecco; ampio spazio è dedicato alle verifiche di imbozzamento (in accordo con l'EC3) e di stabilità delle anime al passaggio sulle rulliere di varo.
File