ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03242016-174008


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
FILIGHEDDU, ROSSELLA
URN
etd-03242016-174008
Title
Gesto e parola: due codici a confronto. Quando la lingua dei segni influenza la scrittura: traduzione e analisi del racconto autobiografico Les mots qu'on ne me dit pas di Véronique Poulain
Struttura
FILOLOGIA, LETTERATURA E LINGUISTICA
Corso di studi
TRADUZIONE LETTERARIA E SAGGISTICA
Commissione
relatore Prof.ssa Sommovigo, Barbara
correlatore Prof.ssa Coppola, Daria Carmina
Parole chiave
  • Véronique Poulain
  • sordi
  • lingua dei segni
  • autobiografia
Data inizio appello
18/04/2016;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
18/04/2086
Riassunto analitico
Il mio lavoro si basa sulla traduzione e sull’analisi del racconto autobiografico Les mots qu’on ne me dit pas dell’autrice esordiente Véronique Poulain. La scrittrice racconta di come abbia vissuto la propria infanzia, adolescenza ed età adulta nella particolare condizione di figlia udente nata e cresciuta da genitori sordomuti. In Francia, la sua storia ha avuto molto successo, tanto che ne è stato tratto un film, La famille Bélier, dove la stessa autrice fa una piccola comparsa.
Nel mio lavoro, ho prima introdotto l’opera e il genere in cui essa si colloca, ovvero il genere autobiografico, facendo anche un piccolo confronto tra il libro e il film. Ho poi dedicato un intero capitolo alla storia delle lingue dei segni, al complesso sistema grammaticale che le regola, e alle numerose lotte di emancipazione delle comunità non udenti, in particolare quella italiana e quella francese. A seguire il commento traduttologico, nel quale, dopo aver delineato le costanti stilistiche del testo di partenza, ho ritenuto opportuno operare una distinzione tra le tecniche traduttive primarie, ovvero tutte le strategie che si sono rivelate più utili ai fini della mia traduzione, e le tecniche secondarie, le quali, per quanto valide, non sono state fondamentali quanto le prime. Uno spazio particolare è stato poi dedicato alla problematica della lingua dei segni francese, presente in numerosi dialoghi e in altre parti del testo, e per la quale ho dovuto adottare una soluzione traduttiva a parte.
File