ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02162016-114921


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
FIORINI, RICCARDO
URN
etd-02162016-114921
Title
Bioattivita di oli essenziali nei confronti di Varroa destructor Anderson & Trueman, importante parassita di Apis mellifera L..
Struttura
SCIENZE AGRARIE, ALIMENTARI E AGRO-AMBIENTALI
Corso di studi
PRODUZIONI AGROALIMENTARI E GESTIONE DEGLI AGROECOSISTEMI
Commissione
relatore Prof. Canale, Angelo
relatore Prof.ssa Conti, Barbara
correlatore Prof. Flamini, Guido
Parole chiave
  • Apis mellifera
  • Varroa destructor
  • oli essenziali
Data inizio appello
07/03/2016;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
07/03/2019
Riassunto analitico
Negli ultimi decenni l’apicoltura ha subito importanti perdite economiche a livello mondiale. Questo fenomeno è dovuto allo spopolamento delle colonie e alle morie degli alveari. Più fattori concorrono alla perdita degli alveari, ma tra tutti il problema principale è l’acaro ectoparassita Varroa destructor, i cui effetti diretti (sottrazione di emolinfa) e indiretti (trasmissione di virus) sulle popolazioni di api possono portare al collasso la colonia. Diviene così fondamentale individuare nuove e più mirate strategie per contenere lo sviluppo delle sue popolazioni all’interno dell’alveare.
Attualmente sono pochi e non sempre efficaci i mezzi a disposizione degli apicoltori per controllare V.destructor.
La necessità di trovare sostanze che non sviluppino farmaco-resistenza, non lascino residui nei prodotti delle api (miele, cera e propoli), siano più selettive e si dimostrino efficaci e di facile utilizzo, ha portato la ricerca a valutare il possibile impiego di diversi oli essenziali, in virtù delle loro spiccate proprietà insetticide o insetto-repellenti e della bassa tossicità verso i vertebrati .
Il lavoro sviluppato nell’ambito della presente tesi nasce dalla volontà di dare un contributo alla ricerca di mezzi di controllo dell’acaro efficaci ed ecologicamente sostenibili.
La ricerca ha valutato in condizioni di laboratorio l’efficacia acaricida dell’olio essenziale estratto dai semi di Angelica archangelica (Apiaceae), dai fiori di Chrysanthemum coronarium (Asteraceae) e dal pericarpo di Citrus reticulata (Rutaceae) mediante test per fumigazione. E’ stato anche verificato l’eventuale effetto non-target, sulle api. Gli oli sono stati inoltre caratterizzati chimicamente tramite analisi GC-MS.
Dai risultati è emerso che dei tre oli saggiati quelli di A. archangelica e C. coronarium sono efficaci acaricidi, con valori di DL50 di 0.183 e 0.133, rispettivamente, mentre l’olio di C. reticulata si è rivelato inefficace. Tuttavia, per quanto riguarda gli effetti non-target tutti e tre gli oli si sono dimostrati tossici anche per le api.
L’importanza di verificare con attenzione i possibili effetti collaterali di sostanze insetticide di origine naturale nei confronti della specie non-target è stata discussa nel presente elaborato, evidenziando come nel caso di associazioni antagoniste ospite-parassita, come quella presa in esame nel nostro studio, questo tipo di valutazione sia di fondamentale importanza e non sempre riportata nella letteratura scientifica sull’argomento. Ulteriori ed approfondite ricerche in condizioni di campo sono comunque necessarie, al fine di verificare se nel micro-clima dell’alveare le nostre evidenze possano essere confermate.
File