ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-12112021-130656


Thesis type
Tesi di specializzazione (4 anni)
Author
ZARI, MICHELA
URN
etd-12112021-130656
Thesis title
Impatto della colangioscopia nella gestione della patologia bilio-pancreatica: risultati del primo centro toscano
Department
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Course of study
MALATTIE DELL'APPARATO DIGERENTE
Supervisors
relatore Prof. de Bortoli, Nicola
correlatore Dott. Blois, Matteo
Keywords
  • colangioscopia
Graduation session start date
29/12/2021
Availability
Withheld
Release date
29/12/2091
Summary
Introduzione: La colangioscopia è stata introdotta per la prima volta nel 1976 e da allora la tecnologia è stata notevolmente implementata. Attualmente la colangioscopia a singolo operatore rappresenta uno strumento di notevole aiuto sia diagnostico che terapeutico in quei casi in cui le tecniche standard con ERCP si dimostrino poco efficaci. Le principali indicazioni alla colangioscopia sono rappresentate dalla valutazione delle stenosi indeterminate con la possibilità di acquisire anche tessuto per esame istologico, e il trattamento della litiasi difficile. Metodi: Nel 2016, e dal 2018 al 2021, presso presso la U.O.C. Endoscopia Digestiva della Azienda Usl Toscana Nord Ovest, nel presidio ospedaliero di Livorno, 92 pazienti (59 femmine e 33 maschi) con una età media di 69,5 anni, sono stati sottoposti a colangioscopia a singolo operatore utilizzando la seconda generazione di SpyGlass® DS Direct Visualization System. Risultati: Sono state eseguite un totale di 103 procedure. Le indicazioni ad eseguire la colangioscopia sono state: litiasi biliare (n=69), stenosi biliari (n= 23), emobilia (n=1), complicanze biliari post OLT (n=3), corpi estranei (n=4). In 2 casi è stata eseguita una pancreatoscopia per IPMN (n=1) e per trattamento di litiasi del dotto pancreatico (n=1). La litotrissia è stata eseguita in 65 casi con laser ad olmio (SPHINX JR - LISA Laser®), in 3 casi è stata eseguita la litotrissia elettroidraulica (AUTOLITH®) e in un caso sono state utilizzate nella medesima seduta entrambe le tecniche. La bonifica completa è stata ottenuta nel 96,97% dei pazienti con un numero medio di sedute di 1,03. Nei casi di stenosi biliare, un'eziologia maligna a partenza dalla via biliare è stata riscontrata in 13 casi, benigna in 8 casi; in 2 casi si trattava di una stenosi ab extrinseco da tumore della testa del pancreas. I valori di sensibilità, specificità, valore predittivo negativo, valore predittivo positivo e accuratezza dell'impressione visiva alle immagini colangioscopiche sono risultati rispettivamente pari a 87%, 88%, 78%, 93% e 87%. L'esame istologico su biopsia mirata con SpyBite® ha ottenuto una sensibilità del 85%, una specificità del 100%, un valore predittivo positivo del 100%, un valore predittivo negativo di 77,8% e accuratezza del 90%. Gli eventi avversi sono stati due: 1 caso di pancreatite lieve e 1 caso di colangite trattati entrambi con successo con terapia medica. Conclusioni: i risultati ottenuti dal presente studio confermano l'utilità diagnostica e terapeutica della colangioscopia a singolo operatore (Spy DS®) con un tasso di eventi avversi relativamente basso.
File