ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-12012019-224836


Thesis type
Tesi di specializzazione (5 anni)
Author
CECCHI, ELENA
URN
etd-12012019-224836
Title
Tecniche a confronto per valutazione preoperatoria delle pazienti con carcinoma dell'endometrio: biopsia isteroscopica con tecnica grasping versus biopsia alla cieca con Novak
Struttura
MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE
Corso di studi
GINECOLOGIA E OSTETRICIA
Supervisors
relatore Prof. Simoncini, Tommaso
relatore Prof. Di Spiezio Sardo, Attilio
Parole chiave
  • istotipo
  • biopsia
  • Grading
  • Novak
  • grasp technique
  • isteroscopia
  • carcinoma dell'endometrio
Data inizio appello
18/12/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
18/12/2089
Riassunto analitico
Il carcinoma endometriale è la neoplasia ginecologica più comune nei paesi occidentali sviluppati. A differenza di altri tumori come ad esempio il carcinoma della cervice, per il quale esiste un protocollo di screening efficace, non è stato, ancora, stabilito un programma di screening per la diagnosi precoce del carcinoma dell’endometrio. Per questo, di solito, è solo quando compare un sintomo che la paziente si rivolge al medico e viene posta la diagnosi. La valutazione ecografica dello spessore endometriale è il primo step diagnostico di fronte a una paziente con sospetto di carcinoma endometriale. Le informazioni patologiche preoperatorie sono fondamentali per stabilire il trattamento chirurgico appropriato. Innanzitutto, le pazienti con rischio di neoplasia, in particolare le pazienti con sanguinamento postmenopausale e ispessimento endometriale all’ecografia, devono essere studiate con biopsia endometriale o curettage al fine di evitare la morcellazione uterina, che comporta sia un rischio di diffusione di tumori insospettati, in particolare carcinomi o sarcomi endometriali, al di fuori dell’utero sia un’inadeguata valutazione dell’invasione miometriale. In secondo luogo, poiché nella classificazione del carcinoma dell’endometrio la valutazione dell’istotipo e del grading hanno un significativo impatto prognostico, la strategia terapeutica primaria deve essere adattata alle informazioni fornite da un esame patologico preoperatorio eseguito con accuratezza.
Le procedure di biopsia alla cieca attualmente disponibili campionano meno del 50% della cavità endometriale non diagnosticando fino al 10% dei tumori endometriali. Nonostante questo il metodo ottimale per il campionamento preoperatorio non è ancora stato determinato. Per questo motivo il presente studio ha come obiettivo principale quello di valutare l'accuratezza diagnostica sia della biopsia endometriale ambulatoriale, eseguita per via isteroscopica usando la "grasp technique", sia della biopsia alla cieca mediante Novak per la rilevazione non solo del carcinoma endometriale ma anche per la determinazione dell’istotipo e del suo relativo grading.
Si tratta di uno studio retrospettivo condotto su un totale di 251 pazienti affette da carcinoma dell’endometrio sottoposte a isterectomia con salpingo-ovariectomia bilaterale con o senza linfoadenectomia. La diagnosi di carcinoma endometriale è stata confermata in tutte le biopsie preoperatorie e nella patologia chirurgica definitiva dopo l'isterectomia. 151 pazienti, trattate presso il Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell’Università Federico II di Napoli, sono state sottoposte a biopsia per via isteroscopica secondo grasp technique mentre 100 pazienti, trattate presso il Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell’Università di Pisa, hanno ricevuto diagnosi mediante biopsia alla cieca con Novak. Abbiamo pertanto confrontato l’accuratezza diagnostica in entrambi i gruppi. Nel gruppo sottoposto a biopsia isteroscopica la tecnica bioptica ha individuato 104/106 (98.11%) casi di carcinoma endometriale di tipo endometrioide e 15/23 casi (65.22%) di carcinoma endometriale di tipo non endometrioide. Mentre nel gruppo sottoposto a biopsia con Novak la concordanza diagnostica è stata di 69/76 pazienti (90.79%) all’esame definitivo per il carcinoma endometrioide e di 12/14 (85.71%) carcinoma non endometrioide. È stata inoltre valutata nelle pazienti affette da carcinoma endometrioide la concordanza tra il grading bioptico e quello definitivo. Nelle pazienti sottoposte a biopsia per via isteroscopica è stato ottenuto un tasso di accordo di 102/106 (96.1%) tra la biopsia preoperatoria isteroscopica e l’istologia finale mentre nel gruppo sottoposto a Novak il tasso di accordo è stato di 42/76 (55.26%). Il coefficiente k di correlazione è risultato di 0.974 (eccellente concordanza) nel gruppo sottoposto a biopsia stereoscopica e di 0.341 (modesta concordanza) nel gruppo sottoposto a Novak. In conclusione la biopsia endometriale per via isteroscopica fornisce un adeguato campione di tessuto endometriale per la diagnosi patologica e per la sua definizione in termini di istotipo e grading, consentendo una diagnosi preoperatoria precisa che garantisca una pianificazione chirurgica accurata delle pazienti con carcinoma endometriale.
File