logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-11302023-150631


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
DACI, MAJLINDA
URN
etd-11302023-150631
Thesis title
Ricerca molecolare di Astrovirus in campioni fecali di volpi
Department
SCIENZE VETERINARIE
Course of study
MEDICINA VETERINARIA
Supervisors
relatore Mazzei, Maurizio
Keywords
  • campioni fecali di volpi
  • astrovirus
  • variabilità genetica
  • salute umana
  • RT-PCR
  • zoonosi
  • gastroenterite
Graduation session start date
15/12/2023
Availability
Withheld
Release date
15/12/2093
Summary
Sono stati raccolti un totale di 33 campioni di feci di volpi in modo non invasivo: 12 provenienti da animali ricoverati presso l’ODV di “Mario Modenato” del Dipartimento di Scienze Veterinarie di Pisa e 21 all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Successivamente, i campioni sono stati testati per la presenza di Astrovirus mediante RT-PCR, con esito positivo per 9 campioni provenienti dal Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e 4 campioni da Pisa. Gli Astrovirus sono piccoli virus a RNA+ a filamento singolo, privi di envelope. Scoperti per la prima volta nel 1975 in bambini affetti da diarrea, sono stati successivamente identificati in una vasta gamma di animali, compresi animali domestici, sinantropici e selvatici, aviari e mammiferi, in ambienti terrestri e acquatici. Questi virus sono noti per essere una causa comune di gastroenterite nei bambini, seconda solo alle infezioni da rotavirus. Negli animali, la loro associazione con malattie enteriche non è ben documentata, ad eccezione dell’infezione da Astrovirus del tacchino e del visone. Gli Astrovirus mostrano una notevole variabilità genetica, sia tra le specie animali che tra gli astrovirus umani. Questa variabilità genetica può portare a nuove varianti ed eventi di ricombinazione, contribuendo alla diversità di questi virus. Inoltre, la presenza di astrovirus nei tessuti nervosi degli animali e le malattie neurologiche associate suggeriscono un’associazione tra astrovirus e disturbi neurologici. La ricerca continua sugli Astrovirus è cruciale per comprendere meglio la loro diffusione, le implicazioni zoonotiche, la variabilità genetica e le possibili conseguenze per la salute umana e animale.
File