logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-11292019-113544


Thesis type
Tesi di specializzazione (4 anni)
Author
DE PASQUALE, CARLOTTA FRANCESCA
URN
etd-11292019-113544
Thesis title
Correlati neuroanatomici, clinici e psicopatologici nell’Anoressia Restrittiva in età evolutiva: uno studio di Voxel Based Morphometry.
Department
MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE
Course of study
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
Supervisors
relatore Prof. Muratori, Filippo
relatore Dott.ssa Maestro, Sandra
Keywords
  • perfezionismo clinico
  • risonanza magnetica strutturale
  • disturbi del comportamento alimentare
  • VBM
  • anoressia nervosa
  • adolescenza
  • Voxel based morphometry
Graduation session start date
17/12/2019
Availability
Full
Summary
L’Anoressia Nervosa (AN) è, tra tutte le patologie di interesse psichiatrico, quella con il maggior tasso di mortalità. Si tratta della terza patologia cronica più comune tra gli adolescenti. L’esordio della patologia è tipicamente adolescenziale, con la fascia dei 15-19 anni di età che costituisce il 40% dei casi di nuova diagnosi, la quasi totalità dei casi esordisce entro i 25 anni di età.
L’eziopatogenesi dell’AN resta in gran parte sconosciuta; come per altre patologie psichiatriche, si viene a creare una complessa interazione tra fattori neurobiologici, psicologici ed ambientali.
Dal punto di vista biologico, gli studi si stanno concentrando sulla ricerca di alterazioni neurali che possano in qualche modo favorire l’insorgenza dell’AN, o agire come fattore di mantenimento per la patologia in quegli individui con tratti personologici premorbosi e aspetti temperamentali considerati come predisponenti.
A tal proposito risultano utili studi di Risonanza Magentica strutturale. Un vantaggio del neuroimaging strutturale nella patologia psichiatrica, è che questo tende a essere, rispetto al neuroimaging funzionale, più stabile e univocamente interpretabile, in quanto meno dipendente da stati emotivi e motivazionali acuti. Nel tempo sono state messe a punto tecniche di analisi dei dati sempre più raffinate e automatizzate, come la Voxel Based Morphometry VBM che, con un approccio di Mappatura Statistica Parametrica, consente di analizzare differenze volumetriche tra soggetti diversi dopo aver normalizzato e corretto i volumi riportandoli ad un atlante di riferimento elettronico, in modo da poter trascurare la maggior parte delle differenze anatomiche degli encefali esaminati, dovute alla variabilità anatomica normale.
Nonostante la gravità di questa patologia ed il suo importante impatto sociale, il numero di studi di neuroimaging strutturale esistenti, riguardanti i Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione, e più specificatamente l’Anoressia Nervosa -come già precedentemente accennato- è ancora relativamente basso, specialmente per quanto riguarda gli studi condotti nelle popolazioni di bambini e adolescenti e la nostra conoscenza dei meccanismi cellulari e molecolari sottostanti ai cambiamenti macrostrutturali del cervello è rudimentale.
Anche se ad oggi è riconosciuto che la malnutrizione e la disidratazione portano a cambiamenti dinamici nella struttura cerebrale, aspetti che, almeno in parte, tendono a regredire con il recupero ponderale, il dibattito tuttavia, è ancora aperto se alcune delle modifiche riscontrate nell’Anoressia Nervosa, in aree cerebrali specifiche, siano secondarie al digiuno, o stiano al contrario a suggerire la presenza di un'anomalia primaria, che precederebbe la malattia, rappresentando un substrato biologico preesistente di vulnerabilità
Pertanto, l’obiettivo di questo studio caso-controllo di Risonanza Magnetica Strutturale è quello di utilizzare un'analisi morfometrica basata su Voxel per confrontare le caratteristiche strutturali del cervello in un campione di pazienti adolescenti affette da Anoressia nervosa sottotipo Restrittivo, con controlli sani appaiati per sesso ed età. Ulteriore scopo è quello di studiare la presenza di eventuali correlazioni tra le anomalie cerebrali riscontrate nella popolazione clinica, con indici psicopatologici specifici del disturbo alimentare raccolti attraverso testistica standardizzata.
Nello specifico uno dei costrutti psicopatologici approfonditi nello studio, è il perfezionismo clinico, valutato attraverso questionario specifico CAPS. Il perfezionismo clinico è considerato un tratto di personalità pervasivo, che rappresenta un fattore di vulnerabilità per lo sviluppo di molte condizioni psichiatriche e un fattore di rischio specifico per l’Anoressia Nervosa.
Nello studio vengono inoltre studiati gli aspetti legati alla componente dispercettiva corporea, indagati attraverso il questionario BUT e alcune dimensioni psicopatologiche nucleari della patologia anoressica (Aspirazione alla magrezza, Insoddisfazione per il corpo, Ipercontrollo, Deficit Interocettivi) valutati con il questionario specifico per i disturbi alimentari EDI-III.
File