ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11282016-094009


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
MANNUCCI, TOMMASO
URN
etd-11282016-094009
Title
Valutazione ecografica con mezzo di contrasto (CEUS) della perfusione renale nei cani affetti da danno renale acuto (AKI)
Settore scientifico disciplinare
VET/09
Corso di studi
SCIENZE VETERINARIE
Commissione
tutor Prof.ssa Citi, Simonetta
Parole chiave
  • contrast-enhanced ultrasound
  • renal perfusion
  • acute kidney injury
  • qualitative analysis
  • quantitative analysis
  • analisi quantitativa
  • analisi qualitativa
  • aki
  • patologia da danno renale acuto
  • perfusione renale
  • ceus
  • contrast-enhanced ultrasound
Data inizio appello
15/12/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Introduzione: La contrast-enhanced ultrasound (CEUS) è una tecnica ecocontrastograficaa che permette lo studio della perfusione tessutale. Tale metodica si basa sull’utilizzo di mezzi di contrasto costituiti da microbolle di gas rivestite da membrana esterna che, dopo somministrazione endovenosa, si diffondono attraverso il sistema circolatorio permettendo l’amplificazione del segnale ultrasonoro. La CEUS viene utilizzata per lo studio della vascolarizzazione tessutale e prevede due tipi di analisi: qualitativa e quantitativa. La prima valuta soggettivamente la vascolarizzazione di un determinato distretto mentre la seconda prevede l’utilizzo di software specifici che trasforamano il segnale luminoso in una curva intensità/tempo dalla quale vengono estrapolati parametri oggettivi di vascolarizzazione. La patologia da danno renale acuto (AKI) è caratterizzata da una repentina riduzione della funzionalità renale ed è caratterizzata da un’alterata perfusione tessutale. Considerando la stretta correlazione tra le modificazioni della microperfusione renale e lo stato funzionale dell’organ, e la capacità della CEUS di valutare la vascolarizzazione tessutale, si propone lo studio ecografico con mezzo di contrasto per valutare le differenze della perfusione renale nei soggetti affetti da AKI rispetto ad un gruppo di soggetto sani. Materiali e Metodi: Nello studio sono stati inclusi 2 gruppi: un gruppo A di soggetti sani ed un gruppo B di soggetti affetti da AKI. Ogni soggetto è stato sottoposto ad esame CEUS del rene sinistro. Ogni studio CEUS veniva condotto con analisi qualitativa ed analisi quantitativa corticale e midollare. Risultati: sono stati inclusi 16 cani per il gruppo A e 18 cani per il gruppo B. All’analisi qualitativa i soggetti del gruppo A hanno mostrato tutti la stessa sequenza di wash-in e wash-out, mentre nel gruppo B la distribuzione del mezzo di contrasto non si mostrava per tutti omogenea con fase corticomidollare e midollare precoci rispetto ai soggetti sani. All’analisi quantitativa il gruppo B, rispetto al gruppo A, mostrava un tempo tra iniezione e arrivo del mezzo di contrasto a livello midollare (TTP0 M) precoce, picco di intensità midollare (PIM) maggiore e area sotto la curva midollare (AUCM) maggiore. Discussioni: questo studio risulta essere innovativo e non presenta studi analoghi in letteratura, né umana, né veterinaria. Abbiamo applicato l’esame CEUS in tutti i pazienti con assenza di effetti collaterali e in un tempo non superiore ai 5 minuti, confermando la facile esecuzione e la sicurezza della metodica. Sia all’analisi qualitativa che quantitativa sono emerse modificazioni vascolari soprattutto a carico della componente midollare del rene, con perfusione corticale più rapida e componente vascolare midollare nettamente aumentata interpretabili come riduzione del flusso a livello glomerulare ed aumento della componente venosa della porzione midollare. Tali caratteristiche vascolari sono state interpretate, grazie alla letteratura umana, come conseguenza della congestione midollare che avviene in corso di patologia renale acuta ischemica. Conclusioni: la metodica CEUS rappresenta una metodica di facile esecuzione, sicura e non invasiva, capace di rilevare modificazioni della perfusione renale. In corso di AKI l’esame qualitativo ha mostrato alterazioni della fisiologica successione delle fasi di wash-in e wash out con pattern vascolari non omogenei. All’esame quantitativo sono emerse variazioni soprattutto a carico della vascolarizzazione midollare con aumento del picco di intensità e dell’area sotto la curva.<br><br>Introduction: The contrast-enhanced ultrasound (CEUS) is a contrastographic technique to asses tissutal perfusion. The contrast is by means of microbubbles surrounded by a shell of different composition. They are administrated intravenously and then are spread through the circulatory system allowing the amplification of the ultrasound signal. CEUS studies the tissutal perfusion and provides two types of analysis: qualitative and quantitative. The first gives a subjectively evaluation of vascularization. The second involves the use of specific software that changes the light signal into an intensity/time curve. Objective parameters of vascularization are extrapolated from this curves. The acute kidney injury (AKI) is characterized by a sudden decrease of the renal function and it is characterized by an altered perfusion. We propose the study with CEUS of kidney to evaluate the differences between patients with AKI and healthy dogs. Materials and Methods: The study included 2 groups: group A of healthy dogs and group B of dogs with AKI. In each patient CEUS examination of the left kidney was performed. CEUS study was conducted with qualitative and quantitative analysis of cortex and medulla. Results: 16 dogs were included for group A and 18 dogs for group B. All dogs of group A showed the same sequence of wash-in and wash-out; instead the distribution of contrast media in group B wasn’t homogeneous with corticomedullar and medullar phases faster than in healthy dogs. Quantitative analysis of group B showed a time between injection and arrival of contrast media in the medulla (TTP0 M) faster than group A, and the peak intensity of medulla (PIM) and the area under the curve in the medulla (AUCM ) increased. Discussion: This study is innovative: there aren’t any other similar studies in the human or veterinary literature. The CEUS examination showed no side effects in any of the patients and it was performed in a time not exceeding 5 minutes. This confirms the easy execution and the safety of the tecnique. Both qualitative and quantitative analysis have showed vascular changes especially in the medulla of the kidney, with faster cortical vascularization and increased medullary perfusion. These results were interpreted as medullary congestion like reported in human literature for ischemic acute renal pathology. Conclusions: CEUS is a easy, safe, non-invasive tecnique, able to detect changes in renal perfusion. In dogs with AKI qualitative analysis shows changes of wash-in and wash-out phases and dishomogeneous vascular patterns. Quantitative analysis shows changes in medullary perfusion with the peak intensity and the area under the curve increased.
File