ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11262008-181826


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
PROVVEDI, MICHELE
URN
etd-11262008-181826
Title
Il Campo trincerato della Spezia
Settore scientifico disciplinare
ICAR/14
Corso di studi
SCIENZE E TECNICHE DELLE COSTRUZIONI CIVILI
Commissione
Relatore Prof. Dringoli, Massimo
Relatore Prof. Taddei, Domenico
Parole chiave
  • fortificazioni
  • campo trincerato
  • La Spezia
  • Spezia
Data inizio appello
18/12/2008;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
18/12/2048
Riassunto analitico
Il Regio Decreto 21 Marzo 1872 n°943 dichiarò di pubblica utilità la costruzione delle opere a difesa del golfo e dell’arsenale marittimo di Spezia. Da tale data il golfo iniziò a riempirsi di cantieri e nell’arco di pochi anni La Spezia fu circondata da quasi una cinquantina di opere di fortificazione (nuove o ammodernamenti di preesistenze genovesi, napoleoniche e sabaude del periodo preunitario).<br>In questa tesi è stato redatto uno studio tipologico delle principali fortificazioni costiere e una schedatura di tutte le principali fortificazioni del golfo della Spezia costruite dal 1859 al 1930 circa, a protezione dell’Arsenale Militare.<br>Le fortificazioni sono state censite realizzando sopralluoghi e rilievi nella maggior parte delle fortificazioni e basando le riflessioni e le deduzioni su un ampio materiale bibliografico e cartografico.<br>La schedatura è avvenuta in modo “geografico”, essendo questa la classificazione più comprensibile ai “non addetti ai lavori”: le innumerevoli superfetazioni (ampliamenti e sostituzioni) e commistioni tra le funzioni delle batterie e dei forti hanno quindi indirizzato la stesura di questa opera ad una più intuitiva comprensione.<br>Sono state realizzate 50 schede, ognuna delle quali relativa ad una singola fortificazione, comprendendo le principali opere difensive del golfo.<br>Ognuna di esse non era però fine a se stessa, ma studiata appositamente per essere funzionale insieme alle altre, realizzando così il CAMPO TRINCERATO DI SPEZIA.<br>
File