ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11112009-092319


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
BALDASSARI, MARCO
URN
etd-11112009-092319
Title
Attraverso il conflitto. Rielaborazioni, usi e traiettorie della Grande Guerra dalla vigilia al fascismo in Toscana
Settore scientifico disciplinare
M-STO/04
Corso di studi
STORIA
Commissione
relatore Ranzato, Gabriele
relatore Bracco, Barbara
relatore Sereni, Umberto
tutor Prof. Banti, Alberto Mario
Parole chiave
  • prima guerra mondiale
  • memoria
  • fascismo
  • culto dei caduti
  • Toscana
Data inizio appello
15/12/2009;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
15/12/2049
Riassunto analitico
La ricerca studia la costruzione dell'immagine della Grande Guerra e la sua rielaborazione, dalla vigilia del conflitto fino agli anni del regime fascista. L'idea di fondo è che le differenti memorie di quell'evento si formino come strumento diretto a rispondere al complessivo mutamento identitario verificatosi in Italia e ancor di più in Toscana di fronte alle grandi fratture storiche rappresentate dalla guerra, prima, e dall'avvento del fascismo, in seguito, nell'intento di costruire una propria collocazione nel presente. Dopo il brusco stacco dato dall'intervento italiano nel mondo della “vigilia”, e l'influsso fondamentale della stessa esperienza bellica, il dopoguerra è segnato dal tentativo di riallacciare i legami con il proprio passato in vista di un rinnovamento politico. Dopo il fervore dell'immediato dopoguerra – l'attivismo socialista e la parabola dell'associazionismo dei reduci – l'avvento ed il progressivo consolidamento del fascismo, cresciuto proprio sull’esaltazione del mito della guerra, impongono a tutti di rivedere e darsi ragione del proprio percorso: ex-combattenti, ex-rivoluzionari, ex-intellettuali interventisti, ex-interventisti democratici, sono in misure diverse chiamati a riconsiderare il proprio passato di fronte a quell'evoluzione. Nella Toscana - più di altri territori - trasformatasi da "rossa" a "nera" ciò che emerge è tuttavia che quel forte e profondo processo di riscrittura di identità e memorie, sia in realtà molto più complesso di quanto appaia dall’esterno, vivendo al tempo stesso di tentativi di riallacciare dei fili di continuità con il proprio passato, di convivenze, di propositi incompiuti, di eredità e luoghi contesi ma anche condivisi.
File