ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11092004-121721


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
Marconi, Chiara
email address
chiaramarconi79@yahoo.it
URN
etd-11092004-121721
Title
Studio idrogeochimico ed isotopico delle sorgenti del settore meridionale del bacino del fiume Magra.
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
SCIENZE GEOLOGICHE
Commissione
relatore Mussi, Mario
relatore Puccinelli, Alberto
Parole chiave
  • geochimica
  • sorgenti
  • fiume Magra
Data inizio appello
26/11/2004;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
26/11/2044
Riassunto analitico
L’obiettivo della presente tesi, eseguita nell’ambito di una collaborazione tra il<br>Dipartimento di Scienze della Terra e l’Istituto di Geoscienze e Georisorse del CNR di<br>Pisa, è stato quello di caratterizzare da un punto di vista chimico ed isotopico le acque delle<br>sorgenti ubicate nella porzione meridionale del bacino del fiume Magra. L’area in esame è<br>compresa tra la piana di Sarzana e i fiumi Magra e Aulella, estesa alla parte nordoccidentale<br>delle Alpi Apuane.<br>La prima fase del lavoro ha richiesto un censimento dei punti d’acqua situati nella zona<br>meridionale del torrente Aulella e un loro primo inquadramento idrogeologico, reso<br>possibile anche grazie alle informazioni reperite presso i comuni di Fivizzano, Fosdinovo,<br>Aulla, Casola, Minucciano, Sarzana, Santo Stefano Magra, Castelnuovo Magra e presso<br>l’ARPAT, l’ACAM di La Spezia e la SEVERAcque.<br>Per le 80 sorgenti censite è stato creato un database su fogli MS Excel® nel quale ogni<br>punto d&#39;acqua è stato indicato con nome, sigla e informazioni quali la litologia, la quota di<br>emergenza, la quota media di infiltrazione, la portata, l’accessibilità e il gestore. Inoltre per<br>le sorgenti campionate sono state create delle apposite schede nelle quali si sono riportati i<br>principali dati, l&#39;ubicazione su carta geologica e le relative analisi.<br>In base ai dati ottenuti e attraverso le conoscenze acquisite dalla letteratura sono stati<br>selezionati circa 64 punti d’acqua da studiare.<br>La campagna di campionamento si è svolta tra l’inizio del mese di aprile 2004 e la fine del<br>mese di giugno. Le analisi chimiche ed isotopiche sono state effettuate nei laboratori<br>dell’IGG del CNR.<br>Nella fase iniziale del lavoro sono state esaminate dal punto di vista chimico ed isotopico<br>le sorgenti di piccola portata, di facile accessibilità, caratterizzate da un limitato bacino di<br>alimentazione e dalla circolazione in una litologia ben definita. Tali punti d’acqua, per le<br>caratteristiche sopra menzionate, sono stati utilizzati come riferimento nello studio del<br>fenomeno di interazione acqua-roccia. Attraverso le analisi chimiche è stata, quindi,<br>determinata una corrispondenza, la più univoca possibile, tra il chimismo delle acque e le<br>rocce da queste attraversate.<br>La prima fase dell&#39; analisi ha permesso di poter affiancare a ciascuna delle litologie presenti<br>nell’area di studio le analisi chimiche delle acque in esse circolanti.<br>Le informazioni chimiche ed isotopiche ottenute, sono state utilizzate successivamente<br>nello studio delle sorgenti con un più grande bacino di alimentazione e con una<br>circolazione non ben definita. Questo è stato necessario al fine di individuare le probabili<br>formazioni geologiche interessate dalla circolazione delle acque e, mediante i dati<br>isotopici, le quote e quindi le aree di alimentazione delle sorgenti in esame.<br>In conclusione con la presente tesi si è stabilita:<br>• una relazione tra il chimismo delle acque analizzate e le formazioni geologiche da<br>queste attraversate;<br>• il probabile bacino di alimentazione delle sorgenti attraverso le tecniche isotopiche;<br>• la ricostruzione di un possibile modello di circolazione per alcune delle sorgenti<br>caratterizzate da una circolazione più profonda.
File