logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-11072023-204512


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
LUCIOTTO, ISABELLA
URN
etd-11072023-204512
Thesis title
Trattamento chirurgico della piometra canina e valutazione istologica della cervice uterina
Department
SCIENZE VETERINARIE
Course of study
MEDICINA VETERINARIA
Supervisors
relatore Prof. Vannozzi, Iacopo
correlatore Prof. Miragliotta, Vincenzo
Keywords
  • macrofagi
  • cervice
  • piometra
  • immunoistochimica
Graduation session start date
15/12/2023
Availability
Withheld
Release date
15/12/2093
Summary
Nel presente studio, dopo l’esecuzione di un intervento chirurgico di ovarioisterectomia, è stata prelevata la cervice uterina da 11 cagne affette da piometra e da 2 cagne sane costituenti il gruppo di controllo.
L’obiettivo di questo studio è stato quello di valutare l’efficacia dell’intervento chirurgico nel trattamento della piometra e di analizzare le alterazioni istopatologiche osservate nella cervice uterina delle cagne affette da piometra in comparazione con il gruppo di controllo. Inoltre, al fine di indagare eventuali differenze in relazione alla pervietà cervicale, le cagne con piometra sono state suddivise in base alla presenza di piometra aperta o chiusa.
Le alterazioni istopatologiche, valutate mediante l’utilizzo di colorazione con ematossilina eosina, hanno riguardato la presenza di edema, emorragia, necrosi, infiltrati neutrofilici e mononucleari nelle tre tonache uterine (endometrio, miometrio, perimetrio) a livello cervicale.
Attraverso l’applicazione della tecnica immunoistochimica è stata esaminata la presenza di macrofagi marcati con anti-IBA1 e con anti-CD163.
Per ogni alterazione è stato attribuito un indice di condizione istopatologica, consentendo un confronto statistico tra i gruppi coinvolti.
Nelle alterazioni valutate con ematossilina eosina, è stata osservata una prevalenza significativa di alterazioni istopatologiche negli animali a piometra chiusa rispetto agli animali sani, mentre non sono risultate significative le diversità tra animali sani e quelli con piometra aperta, così come quelle tra piometra aperta e chiusa.
Nelle alterazioni esaminate mediante immunoistochimica, i macrofagi marcati sono risultati maggiormente presenti in entrambe le tipologie di piometra rispetto ai campioni sani, con una differenza significativa riscontrabile solo tra gli animali sani e quelli con piometra chiusa, non è risultata significativa la differenza tra piometra aperta e chiusa.
Inoltre, la superiorità numerica di macrofagi marcati con anti-IBA1 rispetto a quelli marcati con anti-CD163 è risultata statisticamente significativa nella piometra aperta e non significativa nella piometra chiusa e nei sani.
Il ruolo dei macrofagi nella piometra canina non è mai stato descritto fin’ora; il nostro studio riporta la distribuzione di queste cellule e può essere utile per ulteriori approfondimenti.
File