ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10312005-115829


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
Sannino, Ilaria
email address
sanninoilaria@yahoo.com
URN
etd-10312005-115829
Title
Il linguaggio giovanile a Grosseto: conservazione dialettale e tendenze innovative
Struttura
LETTERE E FILOSOFIA
Corso di studi
LETTERE
Commissione
relatore Franceschini, Fabrizio
Parole chiave
  • giovanile
  • dialetto
Data inizio appello
21/11/2005;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
21/11/2045
Riassunto analitico
La presente tesi di laurea analizza il linguaggio giovanile dei ragazzi di Grosseto. Per compiere l’indagine è stato distribuito un questionario sociolinguistico agli studenti delle classi quarte e quinte di quattro scuole medie superiori situate a Grosseto. Il questionario è costituito da: 1) una sezione sociolinguistica che indaga la situazione sociale, gusti culturali e forme di vita dei ragazzi, uso del dialetto in famiglia e impiego di forme di linguaggio giovanile 2) una sezione lessicale con 36 domande onomasiologiche (“Come dite per essere ubriaco?”, “Come dite per avere rapporti intimi?” ecc.) e una domanda onomasiologica aperta (“Quali espressioni conoscete per il linguaggio della droga”) 3) una sezione finale aperta ad autonomi inserimenti linguistici da parte degli intervistati. Tutti i dati raccolti dai questionari sono stati inseriti in un database digitale chiamato BaDaLì (Banca Dati Linguaggio Giovanile) che consente di immagazzinare in modo ottimale i dati e di interrogarli con procedure interattive. Al momento dell’immissione dei dati, le singole forme sono ricondotte a un particolare lemma e a una categoria grammaticale, in certi casi la forma può rinviare a un dialetto o, in caso di forestierismi, a una lingua straniera. Per costruire il lemmario sono stati seguiti i criteri utilizzati per la creazione del più completo dizionario dell’’italiano moderno, il “Grande Dizionario Italiano dell’Uso” (GRADIT).<br>Le forme ricavate dalle domande del questionario sono state esaminate da un punto di vista linguistico per verificare quale rapporto lega il linguaggio giovanile all’italiano colloquiale, quale peso hanno gli internazionalismi sulla lingua dei giovani quale rapporto c’è tra il linguaggio giovanile e il dialetto, quali sono gli elementi gergali e quale può essere l’influenza dei mass-media sulla lingua dei giovani. Dall’analisi dei dati risulta che la lingua dei giovani intervistati a Grosseto risulta composta da: - 55% di lemmi appartenenti all’italiano comune - 28% di lemmi innovativi - 7% di lemmi provenienti da lingue straniere - 2,9% di lemmi appartenenti al dialetto locale - 2,8% di lemmi appartenenti al gergo giovanile - 2% di lemmi appartenenti al gergo tradizionale - 1,7% di lemmi appartenenti al dialetto non locale - 0,35% di lemmi provenienti dai mass-media Infine i ragazzi intervistati sono stati suddivisi per luogo di residenza per verificare l’esistenza di eventuali differenze nell’uso del dialetto dal punto di vista diatopico. Il confronto è stato fatto tra: 1) intervistati che abitano in centro e intervistati che abitano fuori dal comune 2) intervistati che abitano in centro e intervistati che abitano nell’entroterra 3) intervistati che abitano in centro e intervistati che abitano sulla costa 4) intervistati di Grosseto e intervistati dell’Argentario<br><br>5) intervistati che abitano a Grosseto e intervistati che abitano all’Argentario ma studiano a Grosseto Dall’analisi dei analisi emerge che i ragazzi che abitano nella zona interna della provincia sono più legati al dialetto locale rispetto ai loro coetanei che abitano in centro e sulla costa e che gli intervistati dell’Argentario, sono più propensi ad usare il dialetto romano.<br>
File