logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-10302019-150718


Thesis type
Tesi di specializzazione (4 anni)
Author
DE GENNARO, GIOVANNI
URN
etd-10302019-150718
Thesis title
Persistenza delle alterazioni della regolazione glicemica in donne con pregresso diabete gestazionale: efficacia dello screening e fattori associati
Department
MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE
Course of study
ENDOCRINOLOGIA E MALATTIE DEL METABOLISMO
Supervisors
relatore Prof. Del Prato, Stefano
Keywords
  • alterazioni del metabolismo glucidico post-partum
  • pregresso diabete gestazionale
  • screening del diabete
  • aderenza
Graduation session start date
19/11/2019
Availability
Withheld
Release date
19/11/2089
Summary
Le donne con diabete gestazionale (GDM) sono a rischio di sviluppare diabete mellito tipo 2 (DMT2). Pertanto, è raccomandata l’esecuzione di uno screening dopo il parto, al fine di escludere l’eventuale persistenza di alterazioni della regolazione glucidica (IGR).
Scopo dello studio è stato quello di valutare l’aderenza allo screening e di identificare i fattori associati all’aderenza e alla persistenza di IGR al primo follow-up dopo il parto.
Sono stati raccolti retrospettivamente i dati clinici ed antropometrici relativi a due coorti di donne con GDM. Nella prima coorte, che includeva 650 donne con diagnosi di GDM negli anni 2016-2018, è stata valutata l’aderenza allo screening post-partum. La seconda coorte considerava, invece, 749 donne con pregresso GDM che avevano eseguito lo screening post-partum da gennaio 2011 ad agosto 2019. In quest’ultima coorte è stata valutata la persistenza di IGR dopo il parto.
Solo il 40,5% delle donne della prima coorte aveva eseguito l’OGTT post-partum. Ad un’analisi logistica multivariata, l’età maggiore di 35 anni risultava l'unico fattore indipendentemente associato all'aderenza allo screening.
Nella seconda coorte di donne, la prevalenza di IGR era pari al 12,7%. All'analisi logistica risultavano indipendentemente associati a IGR la familiarità di I grado per DMT2 e la presenza di tre valori alterati all’OGTT eseguito in gravidanza.
Lo screening post-partum del DM non viene eseguito dalla maggior parte delle donne. Considerato che la prevalenza di IGR post-partum è del 12,7%, sono necessarie ulteriori strategie al fine di implementare lo screening post-partum e di identificare precocemente le donne a maggior rischio di persistenza di IGR.
File