ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10242018-214443


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
PIOTTO, MICHELA
URN
etd-10242018-214443
Title
La Villa tardoantica dell'Oratorio a Capraia e Limite (FI). Una proposta di musealizzazione in situ.
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
ARCHEOLOGIA
Supervisors
relatore Prof. Cantini, Federico
relatore Prof.ssa Donati, Fulvia
relatore Prof.ssa Santini, Luisa
Parole chiave
  • villa tardoromana
  • musealizzazione archeologica
  • questionario
  • progettazione urbanistica
  • Capraia e Limite
Data inizio appello
12/11/2018;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
12/11/2088
Riassunto analitico
Le indagini archeologiche svolte dall’Università di Pisa nel territorio del comune di Capraia e Limite hanno in questi ultimi anni permesso di approfondire la conoscenza di un importante complesso residenziale tardoantico già parzialmente noto, il sito archeologico della Villa dell’Oratorio. Il lavoro di tesi si è incentrato sulla progettazione di un Parco archeologico volto non solo alla musealizzazione della Villa nel contesto paesaggistico di appartenenza ma anche alla sua connessione con i luoghi e gli abitanti del territorio: il Parco si è così trasformato in uno strumento attivo di valorizzazione di un quartiere periferico, ad oggi ricco di problematicità. Dopo una preliminare ma fondamentale indagine conoscitiva del contesto territoriale e locale di appartenenza, lo studio si è concentrato sulla musealizzazione del sito archeologico, ponendo particolare attenzione alla sua conservazione, comunicazione e accessibilità, e sulla stesura di alcune linee guida per la progettazione urbanistica del contesto interno ed esterno al Parco. La parte conclusiva del lavoro è invece focalizzata sull’analisi del questionario online “Il Parco archeologico che vorrei”, realizzato con l’obiettivo di instaurare un dialogo con la popolazione di riferimento al fine di conoscerne le aspettative e le speranze nei confronti del futuro Parco archeologico.
File