ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10212014-180816


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
MALOSSI, FEDERICO
URN
etd-10212014-180816
Title
Studio di nuove reazioni di addizione di reagenti di organoboro e di aldeidi a ioni acil imminio.
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE
Commissione
relatore Prof. Pineschi, Mauro
Parole chiave
  • N-acyl Imminium
  • asymmetric aminocatalysis
  • Enammine
Data inizio appello
12/11/2014;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
12/11/2017
Riassunto analitico
Il lavoro descritto in questa Tesi verte sulla possibilità di utilizzare ioni acil imminio come elettrofili in reazioni che coinvolgono nucleofili di tipo enamminico o a base di boro. La generazione degli intermedi reattivi avviene grazie all’utilizzo di acidi di Lewis in quantità catalitica.<br>La prima parte del lavoro ha riguardato l’addizione di sistemi precursori di ioni N-acil imminio ad enammine chirali ottenute in situ da aldeidi con organocatalizzatori chirali amminici. Nella seconda parte, invece, gli stessi precursori sono stati usati come pro-elettrofili in reazioni con reagenti di diboro.<br>Le reazioni in presenza di nucleofili a base di boro non hanno portato a nessun prodotto isolabile. Nel secondo caso, invece, la reattività è stata ampiamente dimostrata con ottenimento di prodotti enantioarricchiti con ee fino al 99%.<br>La parte finale del lavoro ha riguardato la fase di ottimizzazione delle condizioni di reazione in cui è stata valutata l’influenza del solvente e dell’organocatalizzatore su resa, dr e ee. Per quanto riguarda i solventi le condizioni migliori si sono riscontrate lavorando in THF e toluene. Gli organocatalizzatori chirali utilizzati sono di tre tipi: i catalizzatori di McMillan di I e II generazione, di natura imidazolidinonica e il catalizzatore di Hayashi-Jørgensen, derivato della L-prolina. Le selettività ottenute sono state calcolate su entrambi i regioisomeri, previa purificazione, per mezzo di analisi 1H NMR e HPLC su fase stazionaria chirale. <br>Successivamente i prodotti ottenuti sono stati soggetti ad elaborazioni con il fine della determinazione della stereochimica relativa (sin/anti). Nel particolare il gruppo aldeidico è stato ossidato e ridotto rispettivamente ad acido carbossilico e alcool.<br>In conclusione, il lavoro sopra riassunto ha portato al perfezionamento di un protocollo sintetico che, sfruttando la chimica delle enammine chirali e degli ioni N-acil imminio, entrambi argomenti molto trattati nella letteratura scientifica attuale, porta all’ottenimento di sistemi mai caratterizzati prima d’ora.<br>
File