logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-10162019-175353


Thesis type
Tesi di specializzazione (4 anni)
Author
SPINA, VINCENZO
URN
etd-10162019-175353
Thesis title
Nuovi approcci per il recupero motorio dell'arto superiore in pazienti con esiti di ictus.
Department
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Course of study
MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Supervisors
relatore Prof. Chisari, Carmelo
Keywords
  • Ictus
  • Recupero motorio
  • Riabilitazione robotica
  • Neurofisiologia clinica
  • Biomarcatori
Graduation session start date
08/11/2019
Availability
Withheld
Release date
08/11/2089
Summary
L’ictus cerebrale costituisce la seconda causa di morte e la terza causa di disabilità a livello mondiale. Il deficit di forza dell’arto superiore affetto è frequente dopo l’ictus, con profonde ricadute sul recupero funzionale e sulla qualità di vita dei pazienti. Negli ultimi trent’anni, hanno avuto un significativo sviluppo le tecniche di riabilitazione assistita da dispositivi robotici. Nonostante le numerose evidenze a favore, non esistono attualmente protocolli riabilitativi condivisi che ottimizzino l’utilizzo di dispositivi robotici nella riabilitazione dell’arto superiore in pazienti con esiti di ictus. Nella prima parte dello studio abbiamo quindi somministrato un intervento riabilitativo intensivo e task-specifico per il miglioramento della funzione dell’arto superiore paretico in pazienti con ictus in fase subacuta e cronica, valutati attraverso indagini cliniche, cinematiche e neurofisiologiche. Nella seconda parte dello studio, abbiamo confrontato l’efficacia di due diversi protocolli di Stimolazione Magnetica Transcranica ripetitiva (rTMS) in un ristretto gruppo di pazienti nella fase cronica dell’ictus. I risultati suggeriscono un nuovo approccio metodologico: gli indici neurofisiologici possono rappresentare dei buoni biomarcatori in grado di stimare il recupero motorio e di seguire i fenomeni di plasticità corticale, fornendo degli ottimi strumenti nel processo decisionale di personalizzazione degli interventi riabilitativi.
File