ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10082019-110759


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
VITALI, ALESSIO
URN
etd-10082019-110759
Title
Il macello come osservatorio epidemiologico: analisi dei risultati dell'attività ispettiva in un macello suino in Toscana
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Supervisors
relatore Prof. Armani, Andrea
Parole chiave
  • ispezione
  • dati ispettivi
  • macello
  • suini
  • condemnation
  • official veterinary
  • inspection
  • inspection data
  • slaughterhouse
  • swine
  • veterinario ufficiale
  • sequestri
Data inizio appello
25/10/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
25/10/2089
Riassunto analitico
L'ispezione al macello è fondamentale per garantire la sicurezza delle carni e come strumento di sorveglianza della salute e del benessere degli animali. Tuttavia, l'uso sistematico dei dati derivanti dell’attività ispettiva per la sorveglianza epidemiologica non è diffuso nell'Unione Europea. L'obiettivo del presente studio è stato quello di valutare le cause dei sequestri totali e parziali in un macello industriale di suini in Toscana.
I dati ispettivi registrati dai veterinari ufficiali negli ultimi 3 anni (2016-2018) sono stati analizzati per valutare il numero totale di suini macellati, il numero totale e le cause del sequestro di carcasse (sequestro totale) e organi (sequestro parziale).
Complessivamente sono stati macellati 384.701 suini, provenienti da 6 diverse regioni dell'Italia settentrionale e centrale. Innanzitutto, 181 animali non sono stati sottoposti a vista ante-mortem a causa della morte durante il trasporto. Sono state sequestrate in totale 108 carcasse (0,03%), principalmente a causa di mal rossino (49,1%) e di ittero generalizzato (21,3%). Nei restanti casi (29,6%) sono stati riportati ascessi generalizzati, alterazioni organolettiche, peritonite ed enterite acute o generalizzate. Inoltre, Per quanto riguarda le condanne parziali, l'organo più comunemente sequestrato era il fegato (condannato in circa il 29% dei suini), seguito da polmoni (13%), cuore (5,2%) e rene (1,2%). I motivi principali dei sequestri sono risultati: epatite parassitaria e periepatite per il fegato; polmonite, pleurite e polisierosite per i polmoni; pericardite, polisierosite e polmonite pleurica per il cuore e rene policistico, nefrite e idronefrosi per i reni. I risultati hanno mostrato che i sequestri parziali sono stati molto più comuni di quelli totali e concordano con studi simili, confermando il fegato come organo più comunemente condannato, in gran parte a causa di epatite parassitaria. I dati confermano il ruolo chiave del macello come osservatorio epidemiologico e dei veterinari ufficiali nella protezione della salute dei consumatori.
File