ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10052015-022937


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
BECUZZI, ENRICO
URN
etd-10052015-022937
Title
Israele e Tsahal. Il ruolo delle Forze di difesa israeliane nella storia del Paese mediorientale
Struttura
SCIENZE POLITICHE
Corso di studi
STUDI INTERNAZIONALI
Commissione
relatore Prof. Vernassa, Maurizio
Parole chiave
  • idf
  • forze di difesa israeliane
  • israeli defense forces
  • haganah
  • medio oriente
  • middle east
  • israele
  • israel
  • guerre arabo-israeliane
  • arab-israeli wars
  • fdi
Data inizio appello
26/10/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Qual è la relazione storica tra le Forze di difesa e lo Stato d’Israele? In che modo le FDI hanno influito nella nascita e nello sviluppo di un’entità geopolitica e di una società relativamente giovane come lo Stato ebraico e la popolazione israeliana? E quale ruolo ha ricoperto Tsahal nel corso delle vicende storiche che si sono susseguite dal 1948 al primo decennio degli anni Duemila? È indubbio che, in assenza di quello che è considerato uno degli eserciti più forti al mondo, sia la storia di Israele sia quella dei Paesi arabi circostanti sarebbero state scritte in maniera diversa. Attraverso un’analisi storiografica e geopolitica dello Stato d’Israele, con uno studio più approfondito degli eventi e dei personaggi che hanno fatto la storia di Tsahal e del Paese mediorientale, l’elaborato si propone di fare un excursus storico che, partendo dalle migrazioni degli anni Venti del secolo scorso e dalla fondazione dello Stato ebraico del 14 maggio 1948, arriva sino quasi ai giorni nostri. In questo arco di tempo, dopo aver vissuto il dramma dell’olocausto, la popolazione ebraica ha scoperto una propria identità nazionale, ha fondato e costruito un nuovo Stato, ha combattuto costantemente per la propria sopravvivenza stravolgendo gli equilibri geopolitici di un’intera area nella quale ha imposto la sua presenza avvalendosi di un’organizzazione militare (Tsahal) che è stata essa stessa strumento di costruzione della nazione. Una nazione sui generis nella quale le FDI svolgono da sempre un ruolo essenziale nell’interazione politica, ricoprendo diverse funzioni in altri Paesi affidate a istituzioni civili e andando spesso oltre il concetto di «esercito nazionale» tanto che, in alcuni momenti della storia del giovane Stato mediorientale, non è esagerato affermare che le Forze di difesa israeliane siano esse stesse la società israeliana e che la società israeliana sia essa stessa l’esercito. Un binomio esercito-società che, mutatis mutandis, si è mantenuto pressoché intatto dalla Haganah dei primi anni Venti del secolo scorso fino a Tsahal e alla moderna «Spada e ulivo» dei giorni nostri. Attraverso il ricordo degli eventi che hanno scritto la storia di Israele, dalla «guerra d’Indipendenza» e le altre guerre arabo-israeliane fino alle operazioni belliche in Libano e i vari interventi all’estero (il salvataggio degli ostaggi israeliani del 1976 nell’Uganda di Idi Amin, la distruzione della centrale nucleare Osirak nel 1981 nell’Iraq di Saddam Hussein, il bombardamento del quartier generale dell’OLP a Tunisi nel 1985 nella Tunisia di Bourguiba, il salvataggio degli ebrei falasha dai campi profughi sudanesi e dall’Etiopia di Menghistu tra la seconda metà degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta, fino a eventi più recenti come l’intervento militare nel Paese dei cedri del 2006), la tesi vuole essere un’analisi storica che contribuisca a una miglior comprensione degli sviluppi recenti di uno Stato e di uno scenario geopolitico, come quello mediorientale, condannati ad una perenne militarizzazione.
File