ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10032019-192523


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
ROSSI, BARBARA
URN
etd-10032019-192523
Title
Valutazione della curva di apprendimento del chirurgo veterinario nella chirurgia intestinale dei piccoli animali.
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Supervisors
relatore Vannozzi, Iacopo
correlatore Tesi, Matteo
controrelatore Barsotti, Giovanni
Parole chiave
  • curva di apprendimento
  • chirurgia intestinale
  • chirurgia addominale
  • apprendimento
  • enterectomia
  • enterotomia
Data inizio appello
25/10/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
25/10/2089
Riassunto analitico
Lo scopo di questo studio è quello di valutare i tempi operatori e la curva di apprendimento chirurgica degli interventi di chirurgia intestinale, in particolare l’enterotomia l’enterectomia.
Sono state eseguite, su 15 cadaveri di piccoli animali, 15 enterotomie e 15 enterectomie da un chirurgo con un anno di esperienza e da uno studente di veterinaria all’ultimo anno di corso. Per ogni procedura è stato registrato il tempo totale (dall’incisione della cute alla chiusura, comprendendo una enterectomia ed una enterotomia), il tempo impiegato per eseguire l’enterotomia e l’enterectomia.
Abbiamo valutato i tempi operatori delle procedure di chirurgia intestinale eseguite da chirurghi esperti dell’ODV, nel periodo 2009-2019.
Abbiamo considerato 47 enterotomie, 20 delle quali eseguite da C1, 8 da C2 e 19 da C3. Abbiamo considerato 35 enterectomie, di cui 9 eseguite con la stapler da C1, e le restanti 25 eseguite con sutura a mano, così ripartite: 12 da C1, 2 da C2, 2 da C3, 4 da C4, 1 da C5, 1 da C6, 1 da C7 e 2 da C8. Dall’analisi statistica è emerso che vi è una differenza statisticamente significativa (p<0,05) tra i tempi operatori del chirurgo e dello studente per quanto riguarda il tempo operatorio totale. Vi è una differenza tendenzialmente significativa per quanto riguarda i tempi di enterotomia ed enterectomia (p<0,01). La curva di apprendimento ottenuta mostra una progressiva diminuzione dei tempi operatori sia da parte del chirurgo che da parte dello studente.
Dallo studio retrospettivo è emerso che i tempi operatori dell’enterotomia di C1 sono significativamente (p<0,05) inferiori rispetto a C2 e C3. Non vi sono differenze significative tra C2 e C3. Non è stato possibile valutare eventuali differenze statistiche per quanto riguarda l’enterectomia a causa dello scarso numero di dati disponibili per ogni chirurgo. I risultati ottenuti sono in linea con la letteratura esistente, benché non esistano ulteriori studi inerenti alla curva di apprendimento della chirurgia intestinale. È stato confermato che la performance (valutata con la diminuzione del tempo operatorio) migliora con l’esperienza: differenza tempo totale chirurgo-studente p=0,001; differenza tempo enterotomia p=0,002, differenza tempo enterectomia p=0,023. La differenza tra i tempi di C1-C2 è significativa p=0,0001; tra C1-C3 è significativa p=0,0010; tra C2-C3 non è significativa p=0,315. Da ciò di deduce che la performance di chirurghi più esperti è migliore di quelli con minore esperienza. E che la curva di apprendimento mostra un sostanziale decremento del tempo operatorio con l’aumentare delle procedure eseguite.
File