ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10032007-180718


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
RAZIONALE, INGRID
URN
etd-10032007-180718
Title
Studio della successione ecologica associata a popolamenti di Corallium rubrum in tre differenti aree geografiche
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
BIOLOGIA MARINA
Supervisors
Relatore Santangelo, Giovanni
Relatore Bramanti, Lorenzo
Parole chiave
  • successioni
  • corallo rosso
  • coralligeno
Data inizio appello
22/10/2007;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
22/10/2047
Riassunto analitico

La distribuzione di Corallium rubrum (L. 1758), specie longeva, a basso tasso di crescita, ma di alto valore commerciale e quindi soggetta ad intenso prelievo, è associata alla biocenosi del coralligeno di grotta.
Il coralligeno è il principale popolamento di substrato duro del piano circalitorale ed è tipicamente caratterizzato da comunità sciafile, infatti, la luce sembra essere tra i principali fattori ambientali determinanti la distribuzione degli organismi appartenenti a questa biocenosi. Il popolamento coralligeno è costituito da numerose specie vegetali ed animali in grado di deporre carbonato di calcio. Le alghe coralline, adattate a vivere in condizioni di bassa luminosità, sono i maggiori rappresentanti di questa biocenosi e, insieme ad organismi biocostruttori, quali briozoi e serpulidi, possono creare concrezioni sia su fondo molle, trasformandolo in substrato duro secondario, sia direttamente su substrato duro primario ovvero sulla roccia. Tra gli organismi ospitati nel popolamento coralligeno sono presenti diversi taxa appartenenti a poriferi, antozoi, echinodermi, policheti e bivalvi.
Studi relativi alla demografia del corallo rosso hanno messo in luce come la densità di reclutamento di questa specie sia soggetta a meccanismi di regolazione densità dipendenti ed a fluttazioni larvali stocastiche. In questo contesto però, non sono ancora chiare le interazioni che intercorrono tra questa specie e gli altri organismi, presenti nei popolamenti del coralligeno, durante le prime critiche fasi di crescita della colonia.
Attraverso questo lavoro di tesi si è quindi voluto caratterizzare in che misura, in aree geografiche diverse, in ambiente coralligeno, variano qualitativamente le successioni ecologiche dei diversi taxa associati ai popolamenti di C. rubrum e valutare in che misura questi ne influenzano la sopravvivenza.
A tal fine sono state prese in esame tre differenti aree geografiche: Parco Marino Isole Medes (Girona, Spagna), Capo Fonza (Isola d’Elba, Arcipelago Toscano), e Calafuria (Livorno), dove, in due siti per area geografica, nel periodo compreso tra giugno 2003 e novembre 2006, sono state immerse 54 piastrelle di marmo ad una profondità compresa tra i 30 m e i 35 m. Campionamenti fotografici, eseguiti ogni sei mesi, hanno permesso di seguire le successioni ecologiche sulle singole piastrelle. A fine esperimento le piastrelle sono state prelevate per affiancare, all’osservazione fotografica, il riconoscimento degli organismi con l’ausilio del microscopio ottico. Con l’utilizzo del programma Photoshop 9.0 è stata calcolata la copertura percentuale dei vari organismi sulle piastrelle nei diversi anni e per le diverse aree geografiche.
Questa tesi s’inserisce in una più ampia ricerca volta a studiare la conservazione e la dinamica di popolazione di Corallium rubrum. Sulle stesse piastrelle sono stati infatti presi in esame il tasso di reclutamento, l’accrescimento e la sopravvivenza di questa specie.
Attraverso i dati ottenuti sarà quindi possibile quantificare ed inserire, in modelli di dinamica di popolazione, eventuali fattori di disturbo legati alla predazione ed alla competizione interspecifica.
File