ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10012010-003834


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
PAZZAGLIA, LAURA
URN
etd-10012010-003834
Title
Intensita' di allenamento all'esercizio fisico ed efficacia della riabilitazione respiratoria in pazienti con BPCO
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Paggiaro, Pierluigi
Parole chiave
  • intensità di allenamento
  • tolleranza allo sforzo
  • BPCO
  • riabilitazione respiratoria
Data inizio appello
19/10/2010;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
19/10/2050
Riassunto analitico
Nel paziente con BPCO la qualità della vita è fortemente condizionata dall&#39;intolleranza allo sforzo. I Programmi di Riabilitazione Respiratoria sono uno strumento utile per correggere o prevenire il decondizionamento e la diminuzione della capacità d&#39;esercizio. Un programma di riabilitazione respiratoria, generalmente, prevede un periodo complessivo di allenamento di 8-10 settimane, con almeno 2 sedute settimanali eseguite con la supervisione del fisioterapista. In merito all&#39;intensità ed alla modalità di esercizio molti aspetti richiedono ulteriori chiarimenti. Nello studio oggetto della presente tesi sono stati analizzati i dati relativi ad un gruppo di pazienti affetti da BPCO (n=92) sottoposti ad un programma di riabilitazione respiratoria presso la Palestra del Dipartimento Cardio-Toracico. Il programma comprendeva 20 sedute di allenamento fisico generale su cicloergometro ed esercizi per gli arti superiori distribuite su dieci settimane. I dati raccolti, relativi alle valutazioni eseguite prima e dopo il PRR, e l&#39;analisi della scheda di allenamento di ogni paziente hanno permesso di valutare l&#39;efficacia del programma in tutti i soggetti in assoluto e in base all&#39;intensità di allenamento sostenuta dai pazienti. Per questo scopo i partecipanti sono stati divisi in due gruppi in base al raggiungimento dell&#39;alta intensità di allenamento, pari al 75% dell&#39;intensità massima raggiunta nel test cardiopolmonare eseguito prima dell&#39;inizio del programma. <br>I risultati dell&#39;analisi hanno mostrato come il programma sia stato efficace nel migliorare la tolleranza allo sforzo; al termine del periodo di allenamento sono risultati aumentati, in particolare, la massima potenza raggiunta nel CPET (p&lt;0,001), la distanza percorsa in metri nel WT6&#39; (p&lt;0,001), il tempo di endurance (p&lt;0,001) e le variazioni medie delle variabili hanno superato la minima differenza clinicamente significativa. I parametri relativi alla risposta all&#39;esercizio (VE, HR e VO2spec) hanno mostrato una diminuzione, se valutati ad Iso-W (allo stesso livello di potenza), indicativa di un maggiore adattamento cardiovascolare e respiratorio. Il programma ha inoltre migliorato la qualità della vita dei pazienti, come risulta dai punteggi del SGRQ nelle sezioni attività (p&lt;0,05), impatto e totale (p&lt;0,01). Per quanto riguarda le caratteristiche dei pazienti dei due gruppi, definiti in base al raggiungimento o meno da parte del soggetto dell&#39;intensità di allenamento, non sono state riscontrate differenze significative nelle valutazioni eseguite prima del programma riabilitativo, fatta eccezione per valori più alti di MIP rilevati nel gruppo che ha raggiunto l&#39;alta intensità(p&lt;0,05). Al termine del programma le variazioni dei vari parametri hanno mostrato che i pazienti che hanno sostenuto l&#39;alta intensità di allenamento hanno raggiunto una potenza massima maggiore nel CPET (p&lt;0,001), associata ad una maggiore diminuzione della frequenza cardiaca valutata ad Iso-W (p&lt;0,05). Inoltre, nel gruppo che ha raggiunto l&#39;alta intensità di allenamento, il miglioramento della qualità della vita ha superato la minima differenza clinicamente significativa. Questi risultati, in accordo con i dati della letteratura, mostrano che il raggiungimento dell&#39;alta intensità di allenamento determina migliori risultati in termini di capacità di esercizio massimale e di adattamento cardiovascolare, con associato un significativo miglioramento della qualità della vita.
File