ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09282016-154829


Thesis type
Tesi di specializzazione (3 anni)
Author
PELLICANO', FRANCESCO
URN
etd-09282016-154829
Title
Analisi retrospettiva di casi di linfoma nel cane riferiti dal 2010 al 2015 presso l'ospedale dedattico Mario Modenato dell'universita di Pisa
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
PATOLOGIA E CLINICA DEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE
Commissione
relatore Prof. Lubas, George
correlatore Dott.ssa Gavazza, Alessandra
Parole chiave
  • Linfoma
  • cane
  • classificazione citologica
  • immunofenotipo
Data inizio appello
28/10/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
I tumori ematopoietici, in particolare quelli che originano dai tessuti linfatici, sono tra le neoplasie che più frequentemente interessano la specie canina. L'esame citologico di un campione ottenuto per ago infissione linfonodale rappresenta il metodo più semplice per giungere a una diagnosi di linfoma; il ricorso, inoltre, ad un esteso pannello di analisi di laboratorio (emogramma, esame del midollo, profilo biochimico, esame delle urine, profilo coagulativo, siero elettroforesi, radiografie toraciche ed ecografie addominali, esami parassitologici ed immunofenotipizzazione) consentono al clinico di emettere un corretto giudizio prognostico e impostare un adeguato protocollo terapeutico. In questo studio sono stati valutati cani affetti da linfoma osservati nel periodo 2010-2015 presso l’ospedale veterinario dell’università di Pisa. Molti di questi casi sono stati riferiti da altri veterinari per un consulto specialistico, altri invece sono stati diagnosticati presso la nostra struttura. Tutti i soggetti sono stati inizialmente sottoposti ad un'accurata visita clinica, stadiati e quindi classificati attraverso l'esame del linfonodo; inoltre sono state valutate le eventuali alterazioni ematologiche presenti, il coinvolgimento midollare, la funzionalità epatica e renale, la funzionalità coagulativa. Questa tesi si propone di classificare i casi di linfoma riferiti dal 2010 al 2015 presso l’ospedale veterinario di Pisa, sia dal punto divista citologico che dell’immunofenotipo, aprendo una finestra su ulteriori indagini analitiche.
File