ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09272017-151048


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
BEGHINI, MARIANNA
URN
etd-09272017-151048
Title
Obesità e carcinoma differenziato della tiroide: relazione tra indice di massa corporea e presentazione di malattia
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Santini, Ferruccio
Parole chiave
  • Carcinoma differenziato della tiroide
  • Obesità
Data inizio appello
17/10/2017;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
17/10/2020
Riassunto analitico
Nelle ultime tre decadi si è registrato un aumento parallelo dell’incidenza dell’obesità e del carcinoma differenziato della tiroide (CDT). Questa osservazione ha suscitato interesse nella comunità scientifica, e sono stati condotti diversi studi che hanno dimostrato l’esistenza di una associazione positiva, modesta ma significativa, tra indice di massa corporea (IMC) e rischio di CDT. <br>Il nostro studio si propone di indagare la relazione tra obesità e aggressività alla presentazione del CDT. <br>A tal fine abbiamo condotto un’analisi retrospettiva su una serie consecutiva di 619 pazienti affetti da CDT valutati presso l’U.O. di Endocrinologia 1 dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana nel biennio 2010-2011. <br>Abbiamo suddiviso i pazienti del nostro gruppo di studio in tre categorie secondo il loro IMC (normopeso, sovrappeso e obesi) e abbiamo esaminato diversi parametri clinico-patologici di presentazione del tumore, quali l’istologia, le dimensioni, la focalità, le metastasi linfonodali all’istologia, lo stadio TNM, il rischio istologico secondo la classificazione ATA 2009, l’ecografia post-chirurgica, la dose di radioiodio somministrato e la scintigrafia totale corporea post I131. <br>I risultati delle nostre analisi non hanno mostrato alcuna differenza significativa di queste caratteristiche di presentazione tra le categorie di peso. In conclusione, nel nostro gruppo di studio un più alto indice di massa corporea non correla con una maggiore aggressività di presentazione.<br>
File