ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09262012-110017


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
MATTALIANO, CHIARA
URN
etd-09262012-110017
Title
Analisi comparativa delle rivascolarizzazioni eseguite nei pazienti diabetici con ischemia critica agli arti inferiori nel periodo 2005-2008 e 2008-2011 in un centro di terzo livello.
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Del Prato, Stefano
Parole chiave
  • esiti
  • diabete mellito
  • piede diabetico
  • vasculopatia periferica
  • rivascolarizzazione
Data inizio appello
16/10/2012;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
16/10/2052
Riassunto analitico
Abbiamo condotto uno studio retrospettivo su 250 diabetici sottoposti tra il 2008 e il 2011 a rivascolarizzazione nel nostro reparto per CLI: il 97,2% aveva una lesione attiva al piede, il 57,8% dolore a riposo e il 93.6% era gravato da comorbidità. Nel 94,5% i pazienti venivano rivascolarizzati mediante PTA (il 60% nel distretto infrapopliteo) e al controllo dopo 72h, l&#39;83% delle PTA risultavano pervie. Il 58,7% dei pazienti eseguivano poi un intervento chirurgico al piede. Le lesioni guarivano nel 77% dei casi con un tempo di guarigione di 216±159 giorni.<br>I pazienti venivano quindi valutati al follow-up di 702±359 giorni per guarigione, mancata guarigione, amputazione maggiore e morte, e confrontati con 245 pazienti rivascolarizzati nel 2005-08, seguiti per 585±401 giorni.<br>Sebbene non emergessero differenze significative per quanto riguarda il tipo, la sede e gli esiti delle procedure di rivascolarizzazione, i pazienti della coorte più recente avevano una mortalità significativamente più elevata.<br>L&#39;età e la maggiore durata di malattia , il follow up più lungo nella coorte più recente, unitamente alla maggiore prevalenza di pazienti già sottoposti a precedenti PTA (27,8%) o pregresse amputazioni maggiori (6,4%), suggeriscono come l&#39;evoluzione della patologia e le recidive siano responsabili dell&#39;aumento della mortalità.<br>
File