ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Tesi etd-09222020-195524


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
RIGNANESE, GIUSEPPE
URN
etd-09222020-195524
Thesis title
La Giustizia Sportiva: profili problematici del sistema giurisdizionale sportivo alla luce dei parametri costituzionali.
Department
GIURISPRUDENZA
Course of study
GIURISPRUDENZA
Supervisors
relatore Prof. Campanelli, Giuseppe
Keywords
  • giustizia sportiva
  • sport
  • costituzione
Graduation session start date
20/10/2020;
Consultabilità
Completa
Summary
Il presente lavoro si prefigge lo scopo di analizzare un tema, quello legato all’ordinamento sportivo e alla giustizia sportiva, di grande rilevanza ed attualità, considerata l’enorme mole di interessi, siano essi di natura economica o di natura sociale, che tale fenomeno coinvolge. Oggetto di studio sarà, dunque, non soltanto la complessa natura giuridica del fenomeno in questione, ma anche e soprattutto il rapporto che tale ordinamento intrattiene con quello generale dello Stato, tentando di evidenziare gli aspetti di evidente problematicità che la giustizia sportiva presenta nei confronti dei parametri generali e fondamentali predisposti dalla Costituzione italiana. Infatti, posto che lo sport organizzato ha ottenuto la qualifica di ordinamento giuridico vero e proprio da parte dello Stato, nonché di organizzazione autonoma rispetto a questo, esso rappresenta comunque una forma particolare e settoriale di ordinamento giuridico. In considerazione di ciò, in caso di eventuali contrasti normativi ed organizzativi, l’ordinamento sportivo dovrà necessariamente cedere il passo dinanzi all’ordinamento giuridico statuale, la cui legge e la cui Costituzione è comunque tenuto a rispettare. Ebbene, proprio la complessità di tale rapporto, suscettibile di determinare sovrapposizioni di disciplina e vuoti normativi del sistema, è stata oggetto di importanti discussioni che hanno coinvolto, nel corso della storia, tanto la dottrina quanto la giurisprudenza. Inoltre, occorre considerare anche un altro aspetto di fondamentale importanza su cui si basa la presente tesi: lo sport organizzato, infatti, si è da sempre munito di un proprio apparato di giustizia interno, in quanto tale, per certi versi, separato ed alternativo rispetto al sistema giurisdizionale dello Stato. Ebbene, al fine della difesa della propria autonomia, l’ordinamento sportivo si è fatto scudiero della autodichia della giustizia sportiva, così generando dei grandi dubbi di legittimità in confronto a quanto disposto dalla Costituzione. In base all’art. 64 del testo fondamentale, infatti, si prevede un’unica forma di autodichia all’interno dell’ordinamento giuridico italiano, riconosciuto solo ed esclusivamente ad alcuni organi di natura costituzionale (in particolare, la Presidenza della Repubblica, il Senato e la Camera dei Deputati) in conformità alla speciale funzione di matrice costituzionale che questi pongono in essere. Da questo punto di vista, appare dunque quantomeno dubbia la legittimità della pretesa di autodichia di un sistema che, sebbene sia dotato di una indiscussa rilevanza costituzionale, non può assumere la medesima importanza degli organi costituzionali sopra citati. Peraltro, scopo del presente lavoro sarà anche quello di sottolineare gli aspetti di problematicità che contraddistinguono la giustizia sportiva: dall’istituto della responsabilità oggettiva e presunta, su cui tale sistema da sempre si basa, al diritto di accesso dei tesserati ed affiliati; dal (mancato) rispetto dei principi del giusto processo ex art. 111 Cost., alle problematicità legate al sistema di acquisizione delle prove nel processo sportivo; dalla mancanza di terzietà ed indipendenza degli organi giudicanti sportivi, alla (dubbia) legittimità del vincolo di giustizia sportiva. Tutto ciò, in considerazione del nuovo Codice di giustizia sportiva, istituito in occasione della Riforma del 2014, il quale dimostra, finalmente, una certa sensibilità al tema della effettività della tutela e del giusto processo da parte delle istituzioni sportive, contrariamente a quanto avvenuto in epoche passate.
File