ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09212017-211744


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
BASSI, VALERIO
URN
etd-09212017-211744
Title
L’utilizzo del perone vascolarizzato nelle resezioni oncologiche dell’omero
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Capanna, Rodolfo
Parole chiave
  • oncologia
  • arto superiore
  • omero
  • ortopedia
  • resezione
  • vascolare
  • perone
Data inizio appello
17/10/2017;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
17/10/2020
Riassunto analitico
L’utilizzo del perone vascolarizzato ha rivoluzionato la gestione delle ampie perdite di sostanza ossea nella pratica ortopedica e traumatologica. È stato descritto per la prima volta nel 1975 da Taylor et al. in due casi di trauma dell’arto inferiore e successivamente Weiland et al. applicarono questa procedura nella perdita di segmento scheletrico dopo resezione di tumore. Inoltre, offre l’opportunità del trasferimento di cartilagine di accrescimento nei pazienti pediatrici. L’avvento dei lembi vascolarizzati ha portato ad una nuova dimensione nella ricostruzione degli arti, potendo ripristinare ampi difetti ossei e di tessuti molli in un&#39;unica seduta; all’interno di tale ambito ha un ruolo di rilievo l’utilizzo del perone vascolarizzato. Questa tecnica presenta numerosi vantaggi dovuti all’attività biologica del perone, alle sue caratteristiche strutturali, alla sua vascolarizzazione indipendente e alla longevità permanente dopo la sua incorporazione biologica. Queste proprietà consentono all’autotrapianto di perone vascolarizzato di sopravvivere anche in campi irradiati o infetti e inducono una più precoce fusione della linea osteotomica, permettendo all’autotrapianto di ipertrofizzarsi sotto carico.<br>Nel corso di questo studio saranno di nostro specifico interesse le perdite di sostanza ossea dell’arto superiore e, in particolare, le metodiche ricostruttive utilizzate nella ricostruzione dell’omero, confrontando le metodiche convenzionali con le recenti tecniche di ricostruzione microvascolare in sviluppo negli ultimi decenni.<br>
File