ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09102020-142005


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
ROMEO, DEBORA
URN
etd-09102020-142005
Title
"NOTA QUOD TEMPORE" : TRASCRIZIONE E COMMENTO DELLE NOTE CRONACHISTICHE DEL BREVE VETUS ANTIANORUM PISANI POPULI (1289-1406).
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
STORIA E CIVILTA
Supervisors
relatore Ronzani, Mauro
Parole chiave
  • Pisa
  • Collegio degli Anziani del Popolo
  • basso medioevo
  • Trecento
Data inizio appello
28/09/2020;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
28/09/2060
Riassunto analitico
Il focus di questo lavoro è la trascrizione di una serie di notazioni inedite contenute all’interno di due codices medievali presso l’Archivio di Stato di Pisa (ASPi): il Comune A214 e il Comune A215. 

L’elenco degli Anziani, tratto dal Comune A214, fu pubblicato dal noto filologo e archivista italiano Francesco Bonaini nel 1848 con il nome di Breve Vetus seu Chronica Antianorum civitatis Pisarum. 
Il Breve Vetus prende avvio nell’estate del 1288 in coincidenza di un passaggio politico di fondamentale importanza per la storia del Comune popolare della città di Pisa; esso contiene l’elenco quasi completo dei nomi di tutti i cittadini pisani che ricoprirono la carica di Anziano del Popolo, aggiornato fino alla conquista della città pisana da parte dei fiorentini avvenuta il 9 ottobre 1406. 
Questi Anziani vengono elencati bimestre per bimestre e secondo il proprio quartiere di provenienza.
In questi codices, soprattutto quello più antico (il Comune A 214), si rintracciano delle note cronachistiche, relative soprattutto al Trecento, che fino a questo momento non sono mai state trattate e studiate integralmente; così come non è stato analizzato il processo di compilazione degli stessi. 
Lo stesso Bonaini, infatti, non ha trascritto questa serie di notazioni che affiancano significativi bimestri e che compaiono poste al loro fianco, talvolta in margine, forse opera degli stessi Cancellieri del Collegio anzianale.
File