ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09102020-110515


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
LONGONE, CAROLINA
URN
etd-09102020-110515
Title
COMPOSTI DI ORIGINE NATURALE INIBITORI DEL COMPLESSO DELL’INFLAMMOSOMA COME NUOVO POSSIBILE APPROCCIO TERAPEUTICO NEL TRATTAMENTO DEI DISORDINI METABOLICI
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
FARMACIA
Supervisors
relatore Pellegrini, Carolina
Parole chiave
  • obesity
  • obesità
  • inflammosome
  • inflammosoma
  • giabete gestazionale
  • GDM
  • Fitoterapici
  • diabete
  • Phytochemicals
  • T2DM
Data inizio appello
30/09/2020;
Consultabilità
Completa
Riassunto analitico
Riassunto
I disturbi metabolici, quali l’obesità, il diabete di tipo 2 e il diabete gestazionale sono spesso associati a fenomeni infiammatori [1]. In questo contesto, il complesso multiproteico dell’inflammosoma, in particolare il sottotipo NLRP3, è direttamente coinvolto nel promuovere le risposte infiammatorie associate ai disordini metabolici [1].
L’inflammosoma NLRP3 è un complesso multiproteico che in seguito a stimoli infiammatori, infettivi o ossidativi si attiva promuovendo la maturazione della caspasi-1 che a sua volta promuove la conversione di pro-IL-1β e pro-IL-18 in IL-1β e IL-18 mature, contribuendo così alla risposta infiammatoria
Vi sono prove crescenti sia cliniche che pre-cliniche che mostrano la rilevanza sia dell’inflammosoma NLRP3 nella fisiopatologia di vari disturbi metabolici (quali obesità, diabete di tipo 2 e diabete di tipo gestazionale). Infatti, una serie di studi hanno mostrato che l’inibizione dell'inflammosoma NLRP3, sia con composti naturali che di sintesi, contrastava l’infiammazione e migliorava i parametri metabolici in modelli di obesità e di diabete, suggerendo che il blocco di NLRP3 potrebbe rappresentare un promettente bersaglio molecolare per il trattamento delle malattie metaboliche [2].
Su questa basi, il presente elaborato ha lo scopo di fornire una panoramica completa delle evidenze cliniche e sperimentali attualmente disponibili sul ruolo dell'inflammosoma NLRP3 nella fisiopatologia dei disordini metabolici, quali obesità, diabete di tipo 2 e diabete gestazionale. Particolare attenzione è stata rivolta alle attuali evidenze scientifiche sugli effetti di composti di origine naturale in grado di inibire l’inflammosoma NLRP3 e contrastare le alterazioni metaboliche .

Abstract
Metabolic disorders, such as obesity, type 2 diabetes and gestational diabetes are often associated with inflammatory phenomena [1]. In this context, the inflamosome multiprotein complex, in particular the NLRP3 subtype, is directly involved in promoting inflammatory responses associated with metabolic disorders [1].
NLRP3 inflamosome is a multiprotein complex which, following inflammatory, infectious or oxidative stimuli, is activated by promoting the maturation of caspase-1 which in turn promotes the conversion of pro-IL-1β and pro-IL-18 into IL-1β and IL-18 mature, thus contributing to the inflammatory response
There is increasing clinical and pre-clinical evidence showing the relevance of both NLRP3 inflamosome in the pathophysiology of various metabolic disorders (such as obesity, type 2 diabetes and gestational type diabetes). Indeed, a number of studies have shown that inhibition of NLRP3 inflamosome, with both natural and synthetic compounds, counteracted inflammation and improved metabolic parameters in obesity and diabetes models, suggesting that NLRP3 blockade could represent a promising molecular target for the treatment of metabolic diseases [2].
On this basis, the present paper aims to provide a complete overview of the clinical and experimental evidence currently available on the role of NLRP3 inflamosome in the pathophysiology of metabolic disorders, such as obesity, type 2 diabetes and gestational diabetes. Particular attention was paid to current scientific evidence on the effects of compounds of natural origin capable of inhibiting the NLRP3 inflamosome and counteracting metabolic alterations.
File