ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09082013-112914


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
JAMAGIDZE, GIULI
URN
etd-09082013-112914
Title
L'angiotomografia computerizzata nello studio delle anomalie coronariche
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Supervisors
relatore Prof. Emdin, Michele
Parole chiave
  • angiotomografia
  • anomalie coronariche
Data inizio appello
24/09/2013;
Consultabilità
Completa
Riassunto analitico
Obiettivo: Lo scopo di questo studio è stato di determinare la prevalenza delle anomalie di origine, decorso e terminazione delle arterie coronarie attraverso l’impiego della angiotomografia computerizzata (angio-TC) con 64 strati.

Metodi: Immagini provenienti da 2991 pazienti consecutivi sottoposti a angio-TC coronarica presso la Fondazione G. Monasterio, stabilimento di Massa (nel periodo gennaio 2007-agosto 2013, 1939 maschi, 65%, età media 62 anni, range 1-89), sono stati valutati retrospettivamente.

Risultati: E’ stato evidenziato bridging coronarico in 161 pazienti (6.2%). Anomalie di origine sono stati rilevate nel 2% dei casi (incidenza media di circa 10 casi/anno). L'anomalia più frequente è risultata l'origine separata dell'arteria discendente anteriore e dell'arteria circonflessa (24 pazienti, 0,8%). Origine alta di un’arteria coronaria è stata osservata in 13 pazienti (0,43%). Un‘origine anomala dell'arteria circonflessa si è registrata in 7 casi (0,23%). In 11 casi (0,36%) si è rilevata un‘origine anomala dal seno di Valsalva opposto con prevalenza dell'arteria coronaria destra ad origine dal seno coronarico di sinistra (0,27% vs 0,13%). In due pazienti si è documentata un‘arteria coronaria singola con origine dell'arteria comune dal seno coronarico sinistro. In un paziente è stata rilevata un‘origine anomala dell'arteria coronaria destra dall'arteria polmonare e ed in un’altro caso una fistola tra arteria discendente anteriore e ventricolo sinistro. L'origine ad angolo acuto dell'arteria circonflessa è stata riscontrata in due casi. Tre pazienti con anomalie dell’origine associate con dolore toracico ed obiettività di ischemia miocardica sono stati sottoposti ad intervento chirurgico.

Conclusioni: l’angiotomografia computerizzata è in grado di fornire a cardiologi clinici, interventisti e a cardiochirurghi informazioni essenziali sull’anatomia delle anomalie delle arterie coronarie e sulla corrispondenza tra quadri sintomatologici ed anomalie specifiche, aiutando ad indirizzare le procedure, prevenendo manovre errate, mostrando l'origine esatta, complessa anatomia, naturalmente, e la cessazione delle arterie coronarie.
File